rotate-mobile
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

Comunicato su carta intestata Udc: altro scivolone della vicesindaco

La vicesindaco Paola Baldassarre è una signora per bene e molto educata, anche simpatica, ma probabilmente non conosce il galateo della politica. La sua iniziativa di inviare un comunicato stampa riguardante il Comune di Brindisi utilizzando la carta intestata del partito di appartenenza (l'Udc) non fa parte da bon-ton istituzionale. Ma non è questo l'unico scivolone contenuto nella nota inviata stamane per informare la città che domani l'assessore "sarà a Roma al Ministero dell'Istruzione per l'apertura della scuola internazionale di Brindisi”.

La vicesindaco Paola Baldassarre è una signora per bene e molto educata, anche simpatica, ma probabilmente non conosce il galateo della politica. La sua iniziativa di inviare un comunicato stampa riguardante il Comune di Brindisi utilizzando la carta intestata del partito di appartenenza (l'Udc) non fa parte da bon-ton istituzionale. Ma non è questo l'unico scivolone contenuto nella nota inviata stamane per informare la città che domani l'assessore "sarà a Roma al Ministero dell'Istruzione per l'apertura della scuola internazionale di Brindisi".

Si tratta sicuramente di un evento importante, anche se il progetto potrebbe rimanere sulla carta se, come la stessa Baldassarre spiega, «non sarà approvata una legge speciale che provveda al reperimento delle risorse necessarie». Presa però dalla fretta di inviare il comunicato, l'assessore commette un piccolo sgarbo istituzionale, ringraziando prima l'ex presidente Massimo Ferrarese e poi il sindaco Consales "per aver voluto fortemente l'iniziativa".

Sarà anche una stupidaggine (soprattutto in confronto all'uso della carta intestata del partito), ma questa stupidaggine, se sommata ai problemi causati nelle scorse settimane dalla volontà di trasferire il mercatino di Natale nei magazzini ex-Upim (che hanno messo a dura prova la collaborazione con le associazioni di categoria), fa aumentare le incomprensioni e gli attriti all'interno della giunta. Tanto più che non si capisce per quale motivo la Baldassarre non utilizzi gli addetti stampa dell'amministrazione, che sono pagati per fare il loro lavoro e lo fanno anche bene, vista la mole di email che riversano quotidianamente in redazione.

Non è un caso, forse, che da qualche giorno siano tornate a circolare con insistenza voci riguardanti un probabile rimpasto di giunta: secondo questi rumors, il primo nome della lista degli assessori da cambiare sarebbe proprio quello del vicesindaco, accompagnato da un altro paio di colleghi che non solo non stanno girando proprio al massimo, ma sembrano addirittura inesistenti.

Consales ha già smentito queste voci nelle scorse settimane, e sicuramente domani tornerà a farlo, per difendere la sua squadra. Ma mettere mano all'esecutivo è nel suo interesse, oltre che nell'interesse della città.

Probabilmente però bisognerà aspettare febbraio, quando, dopo il voto per il Parlamento, i rapporti di forza all'interno del centrosinistra potrebbero essere cambiati. Sostituire qualcuno in questo momento potrebbe rivelarsi un boomerang.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunicato su carta intestata Udc: altro scivolone della vicesindaco

BrindisiReport è in caricamento