rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

"Dopo i fallimenti esterni non è demagogico rivendicare una guida brindisina per il porto"

I commenti successivi alle designazioni a Presidenti delle Autorità Portuali pugliesi, hanno visto il Sen. Saccomanno difendere la designazione del Prof. Haralambides a Presidente dell’Authority di Brindisi personalizzando la polemica politica accusandomi di "demagogico localismo". Una designazione che, ovviamente, non ci convince nel metodo seguito e non nel merito, su cui non possiamo che sospendere il giudizio, non avendo la possibilità di conoscere qualità e competenze di una persona così lontana dal nostro territorio.

I commenti successivi alle designazioni a Presidenti delle Autorità Portuali pugliesi, hanno visto il Sen. Saccomanno difendere la designazione del Prof. Haralambides a Presidente dell'Authority di Brindisi personalizzando la polemica politica accusandomi di "demagogico localismo". Una designazione che, ovviamente, non ci convince nel metodo seguito e non nel merito, su cui non possiamo che sospendere il giudizio, non avendo la possibilità di conoscere qualità e competenze di una persona così lontana dal nostro territorio.

L'aver auspicato, però, che si potesse scegliere una competenza locale alla guida del porto di Brindisi, dopo anni di fallimenti e dopo aver sperimentato, in nome dell'appartenenza politica o di ipotetiche professionalità, solo guide esterne al territorio (Mascolo, Ravedati, Giurgola...), non può certo divenire quasi una colpa. Mi viene da chiedere se un brindisino avrebbe potuto far peggio di costoro!!!

Le scelte passate si sono rivelate, infatti, inadeguate e hanno fatto arretrare il posizionamento del porto di Brindisi in rapporto alle altre infrastrutture del Mediterraneo, al contrario di quanto avvenuto, ad esempio, a Bari dove un professionista di grande competenza e valore come Franco Mariani ha costruito una strategia di crescita di quel porto che è sotto gli occhi di tutti. Una professionalità unanimemente apprezzata e che certo non si può inserire in alcuna ipotetica lottizzazione politica, al contrario di quanto incautamente sostenuto da alcuni esponenti politici regionali.

Nessun pregiudizio, quindi, di carattere localistico, come dimostra il caso di successo di Bari, dove Mariani rappresenta uno dei pochi esempi in tutto il paese di conferma dopo il primo quinquennio di guida di una Authority dall'entrata in vigore della legge 84 del 1994. In realtà, per Brindisi mi sarei aspettato dai rappresentanti del centrodestra locale un atteggiamento meno "snobistico" e più interessato ad un progetto per il porto, più che alla voglia di piazzare bandierine: e magari, a parità di competenze e professionalità, nessun pregiudizio verso l'essere o meno brindisini o pugliesi.

Credo di conoscere abbastanza il porto di Brindisi, per essermene occupato per lungo tempo: i suoi limiti, gli interessi consolidati che ne impediscono la crescita, gli errori compiuti ma anche le persistenti potenzialità, uniche nell'offerta infrastrutturale dell'intero Mezzogiorno.

Per questo, penso di poter dire con certezza, guardando al passato, che negli ultimi quindici anni da manager e imprenditori che di volta in volta sono giunti a Brindisi sono venuti in gran parte scelte errate, malversazioni, interessi economici personali, del tutto indifferenti alla crescita del porto.

E posso dire, con analoga certezza, che gli unici casi di successo nel mercato delle merci o dei passeggeri sono venuti da professionisti e imprenditori brindisini, evidentemente più interessati di altri, oltre che ai loro business, anche alle sorti del territorio. Nessuna demagogia, quindi. Quanto ad essere "localistici", se significa apprezzare le competenze del proprio territorio senza disprezzarne altre, ne sono oltremodo felice.

*senatore del Partito Democratico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dopo i fallimenti esterni non è demagogico rivendicare una guida brindisina per il porto"

BrindisiReport è in caricamento