rotate-mobile
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

"Left" continua a camminare, ora c'è anche un coordinamento

Dopo la sospensione elettorale, l'associazione politica e culturale "Left", si e' riunita per definire la sua costituzione formale, i suoi organi provvisori e il programma di iniziative per il 2012. Nella riunione e' stata ribadita la volontà degli aderenti a impegnare Left per "pensare a sinistra" e per dare un contributo autonomo e libero a rinnovare, unire, e forse, anche a cambiare una sinistra che soprattutto a Brindisi e' o appare, soprattutto ai giovani, statica, vecchia, intellettualmente pigra e poco attrattiva oltre che divisa.

Dopo la sospensione elettorale, l'associazione politica e culturale "Left", si e' riunita per definire la sua costituzione formale, i suoi organi provvisori e il programma di iniziative per il 2012. Nella riunione e' stata ribadita la volontà degli aderenti a impegnare Left per "pensare a sinistra" e per dare un contributo autonomo e libero a rinnovare, unire, e forse, anche a cambiare una sinistra che soprattutto a Brindisi e' o appare, soprattutto ai giovani, statica, vecchia, intellettualmente pigra e poco attrattiva oltre che divisa.

E' intendimento dell'associazione contribuire al rinnovamento culturale ed etico della politica e delle sue forme organizzate, consapevole che senza la politica e senza la partecipazione non c'e' spazio e futuro per la sinistra. La politica e' chiamata oggi più che mai a sottrarsi dalla tentazione di occupare solo il presente e di non svolgere più quella funzione di senso e di orientamento verso il futuro che le e' affidato dalla democrazia.

Left con la sua presenza e attività intende dar vita ad un laboratorio di idee, di valori, di analisi e di proposte condivise e pensate a sinistra. Un laboratorio fortemente legato al territorio brindisino ma con l'ambizione di farlo interagire e connetterlo con il dibattito culturale e politico a livello nazionale ed europeo. L'associazione si metterà in rete con altri centri, associazioni, fondazioni, presenti a Brindisi e in altre aree dell'Italia e della Puglia. Nella riunione sono state individuate cinque tracce tematiche su cui l'associazione svilupperà la propria attività e la ricerca per tutto il 2012:  oltre e dopo la crisi, quale ruolo devono avere il lavoro e la democrazia; vivere la città: i beni comuni e la partecipazione attiva dei cittadini, il nuovo welfare locale ,la comunità nella economia urbana; la cultura, la conoscenza, l'innovazione come condizioni per un nuovo modello di sviluppo; l'Europa,il Mediterraneo visti e collegati da Brindisi; la informazione e la comunicazione nell'epoca della globalizzazione e della società della conoscenza.

Left su queste tracce svilupperà le proprie iniziative attraverso incontri e dibattiti pubblici, seminari, presentazioni di libri e di personalità del mondo del lavoro e dell'impresa, della cultura e delle professioni. Su alcuni di questi temi, utilizzando e valorizzando le competenze locali, saranno avviati studi, ricerche e progettualita' le cui conclusioni saranno messi a disposizioni delle istituzioni, delle agenzie formative, delle organizzazioni sociali e di tutte le forze e i movimenti che si richiamano ai valori, alle idealità e a punti di vista di sinistra. L'associazione si doterà di un proprio sito web su cui si potrà seguire l'attivita' e su cui saranno pubblicati i lavori, gli studi, le ricerche e le proposte che saranno prodotti.

Sulla base delle adesioni formalizzate e pervenute a Left e' stato designato un comitato di coordinamento provvisorio cui e' stato demandato il compito di stabilire le forme di autofinanziamento e di sostegno all'associazione, le date delle iniziative, l'impostazione della attività. Il comitato e' composto da: Carmine Dipietrangelo, nominato coordinatore; Alessandra Amoruso, componente la commissione provinciale pari opportunità; Tonino Bruno, architetto; Tonino Gioia, direttore del Dipartimento di scienze sociali e territoriali dell'Universita' del Salento; Elisa Mariano, ricercatrice e responsabile dell'Ires Cgil regionale; Carmelo Grassi, presidente del Teatro pubblico pugliese; Vittorio Bruno Stamerra, giornalista; Marcella Marangio, architetto; Enzo Albano, già consigliere comunale; Rosanna Cavallo, psicologa e presidente la cooperativa "Oltre l'orizzonte"; Giuseppe Ferraro, dipendente petrolchimico Brindisi; Giovanni Antelmi, consulente in politiche comunitarie e territoriali; Bina Valentini, avvocato; Paolo Merola, dirigente aziendale in pensione; Paolo Cavaliere, professore università del Salento; Giuseppe Acierno, dirigente di impresa; Enzo Caforio, segretario Distretto nautico; Rino Casilli, ingegnere esperto in logistica dei trasporti.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Left" continua a camminare, ora c'è anche un coordinamento

BrindisiReport è in caricamento