rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

Lo scontro tra Emiliano e Blasi incrina il Pd pugliese. Ma non ci sono più arbitri

Lo scontro fra Michele Emiliano e Sergio Blasi rischia di far esplodere il Partito democratico pugliese. In verità quel che accade fra il sindaco di Bari e il segretario regionale è materia quotidiana in molte altre regioni d’Italia, soprattutto del Sud. Non c’è territorio del Pd che non sia esposto a questa continua guerra civile a bassa intensità. Del resto anche nel gruppo dirigente centrale ormai è iniziata la stagione dei lunghi coltelli. Nel caso pugliese convergono più fattori. Uno riguarda la personalità dei contendenti.

Lo scontro fra Michele Emiliano e Sergio Blasi rischia di far esplodere il Partito democratico pugliese. In verità quel che accade fra il sindaco di Bari e il segretario regionale è materia quotidiana in molte altre regioni d'Italia, soprattutto del Sud. Non c'è territorio del Pd che non sia esposto a questa continua guerra civile a bassa intensità. Del resto anche nel gruppo dirigente centrale ormai è iniziata la stagione dei lunghi coltelli. Nel caso pugliese convergono più fattori. Uno riguarda la personalità dei contendenti.

Michele Emiliano è un uomo vulcanico e fumantino. Manco da molto tempo da Bari ma mi dicono che sta lasciando un segno sulla città. Sono stato forse il protagonista principale del suo matrimonio difficile con i Ds che portò alla sua candidatura e alla sua elezione. Mi colpì la sua passione travolgente e anche il tratto umano anche se poi ho scoperto che la lealtà e la riconoscenza gli sono sconosciute. Sergio Blasi è un ragazzo straordinario, un uomo di partito moderno perché ragiona sempre con il cuore e la mente rivolte alla società. In teoria il terzetto Vendola, Emiliano, Blasi sembrava essere la carta migliore per la sinistra pugliese.

Invece il primo va per conto suo e gli altri due se le danno di santa ragione. Emiliano pensa di essere l'incarnazione del Pd sposando la tesi per cui questo partito non solo supera le tradizioni precedenti ma le annulla. C'è stata in questa deriva culturale una concezione da epurazione etnica che assomiglia molto al berlusconismo. Blasi ha sposato invece l'idea di un Pd come una formazione politica della sinistra moderna che non ha smarrito le corde di connessione con la parte migliore del suo passato. Il Pd di Blasi forse ha un sapore troppo antico, quello di Emiliano è una struttura di servizio del sindaco.

Lo scontro fra i due rivela innanzitutto come sia scomparsa la comunità politica che dovrebbe decidere delle sorti di questa competizione. Leggo su Facebook le notizie di vari esponenti del Pd pugliese e rimango stupito per la quantità di iniziative di corrente che si svolgono e l'autoreferenzialità dilagante. Il problema vero è che il Pd non riesce ad essere lo strumento politico consegnato nelle mani del popolo di centro-sinistra. Emiliano non comprende che il culto della propria personalità, come altri culti più famosi e in verità più tragici, lo rende una figura prepotente ma transitoria. Basta poco a cambiare direzione al vento del successo. Se non costruisci democrazia, il populismo che oggi ti esalta domani ti affossa. Il sindaco ama molto stare dentro e contro e soprattutto dà l'idea di una continua tensione verso traguardi futuri.

L'inquietudine di questi "uomini nuovi" della sinistra pugliese si traduce in questo bruciare le tappe verso carriere future che produce instabilità. Il segretario regionale dovrebbe forse dimenticare Emiliano. A Blasi è toccato il difficile compito del costruttore silenzioso che deve svolgere rinunciando al continuo braccio di ferro con il sindaco. Resta tuttavia la spiacevole sensazione di uno scontro politico che incuba la nascita di due o più partiti. Quando la stagione berlusconiana sarà finita avremo una lunga fase di transizione nella strumentazione politica che vedrà sorgere e declinare molti cacicchi, poi forse tornerà la politica vera. Bisogna prepararsi a questo tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo scontro tra Emiliano e Blasi incrina il Pd pugliese. Ma non ci sono più arbitri

BrindisiReport è in caricamento