rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

Monti non fa i festini, ma non va più veloce della luce

E così Einstein è salvo. Si è trattato solo di un difetto di misurazione, di valutazione. I neutrini non viaggiano più veloci della luce ed il caro Albert Einstein, uomo geniale nato nel 1800, si dimostra che è ancora attuale. Si, può capitare di sbagliare nel valutare, e può capitare che tali errori di valutazione possano far intendere che tutto ciò che era fino ad allora vero, creduto indispensabile, fondamentale per la comprensione dei fenomeni, possa diventare falso ed obsoleto. Capita.

E così Einstein è salvo. Si è trattato solo di un difetto di misurazione, di valutazione. I neutrini non viaggiano più veloci della luce ed il caro Albert Einstein, uomo geniale nato nel 1800, si dimostra che è ancora attuale. Si, può capitare di sbagliare nel valutare, e può capitare che tali errori di valutazione possano far intendere che tutto ciò che era fino ad allora vero, creduto indispensabile, fondamentale per la comprensione dei fenomeni, possa diventare falso ed obsoleto. Capita.

Anche il governo Monti è stato considerato innovativo, in perfetta rottura con il passato, addirittura rivoluzionario nel modo di intendere la politica ed il governo con tutto ciò che in passato, e nei secoli scorsi, era considerato incontrovertibile e vero. Il governo Monti è stato accolto come un cambiamento rispetto a tutto ciò che nel secolo scorso era considerato necessario per la gestione della cosa pubblica.

Persino partiti ben radicati nelle convinzioni del secolo scorso, con grande tradizione umanistica e filosofica, come il PD, diretta trasformazione del più grande partito di sinistra del secolo scorso, hanno creduto che quanto di vero c'era stato fino ad allora, era probabile che non fosse più tale. Si sono convinti che il governo Monti viaggiasse più veloce della luce, che andasse verso la modernità, che guidasse verso il futuro.

Ma anche questo è stato solo un errore di misurazione. La valutazione errata è stata condizionata dal fatto che Monti non rincorre le ragazzine, non racconta barzellette, non è imputato in processi e che, sentite sentite, parla speditamente l'inglese. Tutto questo ha fatto pensare che rispetto a Berlusconi, si era svoltato a sinistra e che finalmente in Italia, il tanto sospirato cambiamento era avvenuto.

Ma ad una misurazione più attenta, si è visto che le liberalizzazioni, la riforma del sistema pensionistico (Berlusconi non era riuscito a far passare lo scalone Maroni), la manovra finanziaria, gli attacchi agli studenti prima, ai giovani dopo, la continuità con la Gelmini, non indicavano nulla di diverso da quanto aveva fatto Berlusconi. Cioè, nulla è cambiato, l'italia è ancora governata dalla destra, e quello che ci vuole, per equilibrare le cose, è che si riprendano in auge le vecchie idee socialiste e socialdemocratiche del secolo scorso per avviare una redistribuzione del reddito, la creazione di posti di lavoro, il potenziamento del welfare, il ritorno alla politica dei partiti e non dei tecnocrati.

Riuscirà il PD ad accorgersi per tempo che i Monti non viaggia più veloce della luce e che le vecchie care teorie sono ancora valide?

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monti non fa i festini, ma non va più veloce della luce

BrindisiReport è in caricamento