Lunedì, 18 Ottobre 2021
Opinioni

Opinioni

Opinioni

A cura di Blog Collettivo

Ospitiamo in questo Blog opinioni di alcuni cittadini Brindisini

Opinioni

Parlano gli italiani bloccati in un aeroporto secondario della Turchia

Il freddo polare ed il maltempo, in questi giorni, non hanno provocato solo disagi a livello nazionale. Sono stati anche la causa di  una vera e propria odissea che stanno patendo 10 nostri connazionali che si trovano, ancora adesso, nell’ aeroporto di Gaziantep

ROMA – Il freddo polare ed il maltempo, in questi giorni, non hanno provocato solo disagi a livello nazionale. Sono stati anche la causa di  una vera e propria odissea che stanno patendo 10 nostri connazionali che si trovano, ancora adesso, nell’ aeroporto di Gaziantep, una piccola cittadina turca che si trova al confine dell’inferno siriano.

Erano partiti venerdì pomeriggio dalle Maldive, dall’ aeroporto di Malè per fare rientro a Roma. Il viaggio prevedeva il cambio del volo all’ aeroporto di Istanbul, città dalla quale  sabato mattina  è partito il nuovo aereo che li avrebbe dovuti riportare a casa. Ma durante il tragitto, a causa delle intemperie, l’aereo è stato costretto a fare marcia indietro verso Gaziantep (cosa accaduta anche ad altri voli), dove  si trovano, ancora in queste ore,  tutti i viaggiatori.

Tra di loro Alessandra Mammoliti, che riusciamo a raggiungere telefonicamente e che ci racconta la loro disavventura. “Appena arrivati ci hanno distribuito in vari hotel . Sabato scorso eravamo circa un migliaio di persone sparse per Gaziantep, Ora però molte di loro sono riuscite a partite ed è questo il nostro vero problema. Abbiamo chiamato l’ambasciata italiana ed il console, perché abbiamo saputo che da Istanbul i voli stanno partendo regolarmente. mentre noi siamo stati abbandonati qua perché si tratta di un aeroporto secondario. Addirittura abbiamo saputo che una nostra amica, che aveva deciso di prolungare la vacanza a Malè, sta in questi istanti per tornare regolarmente a Roma. Lei arriverà addirittura prima noi”.

Nelle ultime ore i voli internazionali da Istanbul sono ripresi regolarmente, ma la vera difficoltà per tutti loro è raggiungere il più grande scalo turco proprio da  Gaziantep, dove sono tutt’ ora bloccati. Il nome di questa località è noto alle recenti pagine di cronaca internazionale, dato che proprio all’interno di Gaziantep vi era stato un attentato lo scorso mese di agosto al matrimonio di una famiglia curda, costato la vita a 50 persone.

Altri tre poliziotti erano rimasti vittime di un attentato kamikaze compiuto all’ interno del campus della città nel mese di ottobre. Tutti episodi riconducibili alle sempre più forti tensioni che legano la nazione della mezzaluna alla crisi siriana, che stanno rendendo l’aerea sempre più insicura ed instabile. In ogni caso, Alessandra Mammoliti ci ha rassicurati sul fatto di essere stati trattati bene.

Era stato comunque promesso loro che sarebbero tornati domani, ma non hanno ricevuto alcuna conferma, e non sanno quindi quando potranno esattamente rimettersi in viaggio. “ Siamo dieci italiani sequestrati qui , senza che una compagnia aerea riesca a riportarci in Italia, mentre altre persone sono riuscite a tornare a casa, Attualmente il piano voli prevede la nostra partenza per domani. Speriamo che non venga annullato per l’ennesima volta”. Tra di loro anche una cittadina pugliese, Angela Fumarola, di Martina Franca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parlano gli italiani bloccati in un aeroporto secondario della Turchia

BrindisiReport è in caricamento