Caldaia, quando va controllata: ecco gli obblighi di legge

Manutenzione ordinaria e controllo dell'efficienza energetica: le cose da sapere per evitare brutte sorprese

immagine d'archivio

Ogni quanto tempo va effettuata la manutenzione della caldaia? La domanda non è affatto banale dal momento che la legge che contiene le disposizioni sul controllo degli impianti termici non è proprio di facile lettura (per usare un eufemismo) e molti utenti sono comprensibilmente disorientati.

Vediamo allora di districarci insieme nel labirinto di norme contenute nel Dpr n.74 del 16 aprile 2013. La legge prescrive che le "operazioni  di controllo ed eventuale manutenzione" degli impianti debbano essere effettuate "conformemente alle prescrizioni e con la periodicità contenute nelle istruzioni tecniche per l'uso e la manutenzione rese disponibili dall'impresa installatrice dell'impianto".

Ciò significa, in soldoni, che spetta alla ditta che ha effettuato l’impianto indicare con quale periodicità dovremo effettuare le operazioni di manutenzione dell'impianto (di solito si tratta di una informazione indicata nel libretto d'istruzioni che ci viene fornito al momento dell'installazione della caldaia).

Nel caso in cui nel libretto non siano indicati i tempi di manutenzione, dovremo attenerci invece a quanto indicato "nelle istruzioni tecniche relative allo specifico  modello elaborate dal fabbricante" della nostra caldaia.

Ricapitolando: la legge non stabilisce nessun obbligo in merito ai tempi di manutenzione: per sapere quando farla è necessario consultare il libretto della propria caldaia o il manuale d'istruzioni. Solitamente comunque questo tipo di operazione si effettua ogni uno o due anni, una spesa dunque non da poco. 

Un discorso a parte va fatto per il controllo dell'efficienza energetica, ovvero dei fumi della caldaia e del rendimento di combustione. In questo caso la legge prevede un periodo compreso da uno a quattro anni a seconda della potenza e del tipo di combustibile. 

Impianti termici a combustibile liquido o solido con potenza inferiore o uguale a 100kw --->> 2 anni

Impianti a gas metano o GPL con potenza inferiore a uguale a 100kw --->> 4 anni

Impianti termici a combustibile liquido o solido con potenza superiore a 100kw --->> 1 anno

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Impianti a gas metano o GPL con potenza superiore a 100kw --->> 2 anni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Termosifoni, come averli sempre puliti e funzionanti

  • Riscaldamento condominiale 2020: quando si accende e fasce orarie

  • Fare il cambio di stagione: guida e suggerimenti

  • Come prepararsi all'inverno: i consigli per una casa calda

  • Autunno in veranda, ecco come riscaldarla

  • Come risparmiare in bolletta e non sprecare acqua

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento