Come educare il gatto alla lettiera

Se hai appena preso un micio in casa devi sapere che nonostante l’istinto, è possibile insegnargli un’abitudine che comporta pazienza e maturazione

In generale l'uso della lettiera non appartiene a un processo di apprendimento ma di crescita e maturazione. A partire dalla quarta settimana di vita, il gatto inizierà a usare la lettiera in maniera istintiva perché per natura cerca un posto in cui nascondere l'odore dei propri bisogni affinché eventuali prede e predatori non si accorgano della sua presenza.

Nonostante l'istinto, per alcuni gatti quest'abitudine non è facile da imparare, ma ti forniamo alcuni consigli.

Aspetti da tenere in considerazione

Il tipo di lettiera, la sua ubicazione e la sabbietta utilizzata, sono tre aspetti fondamentali per evitare problemi nell'uso della lettiera.

  • La lettiera deve essere sufficientemente ampia perché il gatto possa girarsi all'interno e anche abbastanza profonda in modo che la sabbia non esca fuori.
  • Se il gatto è piccolo, bisognerà assicurarsi che riesca a entrare senza problemi nella lettiera.
  • Non mettere la lettiera vicino al luogo in cui il gatto mangia, ma in un luogo intimo e tranquillo, facilmente accessibile.
  • Scegli una sabbietta adatta.
  • L'ubicazione della lettiera non deve cambiare, deve essere definitiva.
  • Rimuovi quotidianamente le feci del gatto e cambia la sabbietta una volta a settimana. Non pulire la lettiera con prodotti dall'odore forte perché possono infastidire il gatto.

Come educare il gatto alla lettiera

In alcuni casi, l'istinto a usare la lettiera non è forte e perciò è necessario educare il gatto alla lettiera. Tuttavia, se il gatto non vuole usare la lettiera, ti mostriamo dei semplici trucchi che puoi adottare per convincerlo.

  • Una volta scelta la posizione della lettiera, bisognerà mostrarla al gatto e muovere la sabbia con le mani.
  • Se il gatto ha già fatto i bisogni fuori dalla lettiera, ma in un posto accettabile e che ha le caratteristiche descritte prima per quanto riguarda dove posizionarla, la soluzione più semplice e pratica è cambiare posto alla lettiera.
  • Se il gatto fa i bisogni dove non deve, bisognerà prenderlo e portarlo immediatamente nella lettiera, affinché associ il comportamento all'oggetto.
  • I primi giorni potrai essere più flessibile: lascia che il gatto trovi da solo la lettiera una volta usata seguendo le tracce del suo odore.
  • Nel caso in cui i gattini piccoli non siano ancora capaci di andare da soli nella lettiera, dovrai mettercelo tu quando si sveglia e dopo mangiato, aiutandolo a scavare con la zampina.
  • Per insegnare al gatto a usare la lettiera in modo efficace, ti consigliamo di applicare la tecnica del rinforzo positivo per premiarlo dopo ogni uso corretto.

E se il gatto continua a non voler usare la lettiera...

Se dopo aver seguito tutte le regole necessario per educare un gatto alla lettiera, e adottato anche i consigli che ti abbiamo dato, il tuo animale domestico continua a non voler usare la lettiera dopo aver superato le 4 settimane di vita, momento in cui si sviluppa l'istinto, ti consigliamo di portare il gatto dal veterinario. Una visita è necessaria per escludere eventuali patologie o disturbi comportamentali e sapere come comportarsi.

Potrebbe interessarti

  • Dalle vernici a base di argilla alle fibre vegetali: ecco la casa vegana

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

I più letti della settimana

  • Animali domestici: come aiutarli a combattere l’afa

  • Casa, la checklist prima di partire in vacanza

  • Dalle vernici a base di argilla alle fibre vegetali: ecco la casa vegana

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

Torna su
BrindisiReport è in caricamento