Montascale: la tecnologia al servizio della terza età

Per le persone anziane o che hanno difficoltà a deambulare, sono la soluzione ideale per migliorare la mobilità domestica offrendo il massimo livello di comfort e sicurezza. Vediamo le caratteristiche principali

Gli anziani e le persone con scarsa mobilità non sempre riescono a muoversi facilmente in casa, soprattutto se nell’appartamento ci sono le scale.

Per lasciargli la libertà di spostarsi in casa, un aiuto arriva dal montascale che permette alle persone di raggiungere i piani superiori attraverso le scale semplicemente azionando un motore elettrico.

Mentre prima si trovavano solo negli ambienti pubblici, negli ultimi anni si stanno diffondendo anche nell’ambiente domestico. Questi infatti hanno numerosi vantaggi. Hanno un design che si integra alla perfezione in ogni ambiente domestico, sono piccoli e poco ingombranti. Inoltre, non hanno bisogno di interventi di ristrutturazione per l’installazione e consumano poco, per contenere i costi in bolletta.

Le caratteristiche dei montascale

I montascale per rispecchiare in pieno ogni esigenza, hanno vari modelli:

  • rettilinei: si sviluppano lungo l’intero perimetro della scalinata;
  • con curve: sono perfetti nelle abitazioni a più piani perchè seguono l’andamento di tutte le rampe;
  • monorotaia: vengono installati nel lato interno della scala;
  • a doppia rotaia: sono installati sull’esterno della scala.

Installati anche sulle scale a chiocciola, hanno degli elementi caratteristici come la poltroncina, la guida che si sviluppa lungo tutta la scala. A questo va aggiunto il sistema di accensione che di solito si trova sul bracciolo e dispositivi di sicurezza come il sensore che blocca il montascale in caso di ostacoli.

Ogni modello per essere a norma deve essere certificato secondo le norme internazionali Iso 9001, ed europee En 29001.

Come funziona un montascale

I modelli attualmente in commercio funzionano con diversi sistemi:

  • pignone e cremagliera: la parte mobile si muove attraverso un motore che scotte su una ruota dentata lungo la guida;
  • aderenza: anche in questo caso si muove grazie ad un motore, ma la ruota è sostituita da un sistema di rulli che aderiscono sulla guida ruotando;
  • fune: in questo caso il motore si trova nella parte alta dell’impianto, la poltroncina attaccata ad una fune viene trainata in alto. In questo caso si evita ogni tipo di vibrazione e occupa meno spazio.

Agevolazioni fiscali

L’installazione di un montascale rientra negli interventi per eliminare le barriere architettoniche per questo ci sono delle agevolazioni fiscali non cumulabili:

  • detrazione Irpef del 50% per ristrutturazioni;
  • detrazione Irpef del 19% per l’acquisto di dispositivi medici.

A questo deve essere aggiunta l’agevolazione dell’Iva al 4%

Manutenzione

In base al decreto Dm 236/89 l’intervento di manutenzione deve essere effettuato ogni 6 mesi. L’esperto del settore provvederà a:

  • verificare il funzionamento dei meccanismi elettrici e meccanici;
  • controllare lo stato di usura delle catene e dei diversi attacchi;
  • verificare e pulire il dispositivo e i suoi componenti, almeno una volta l’anno;
  • controllare il movimento e l’allineamento al piano della poltroncina sul binario;
  • provare il funzionamento dei dispositivi di sicurezza.

Prodotti per i montascale online

Sedia Salva Scale

Montascale a ruote

Rampa in alluminio

Montascale a cingoli

Potrebbe interessarti

  • I rimedi per liberarsi dai ragnetti rossi

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

I più letti della settimana

  • I rimedi per liberarsi dai ragnetti rossi

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

  • Casa, la checklist prima di partire in vacanza

  • Dalle vernici a base di argilla alle fibre vegetali: ecco la casa vegana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento