menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due quintali di marijuana nella palazzina abbandonata ai Cappuccini

La scoperta fatta dai carabinieri della sezione radiomobile, durante un sopralluogo

BRINDISI – Oltre due quintali di marijuana di provenienza albanese erano stati stoccati in un immobile in stato di abbandono nel rione Cappuccini di Brindisi. La scoperta è stata fatta dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia del capoluogo nel corso di un sopralluogo nella struttura, dove erano stati segnalati ai militari movimenti sospetti.

Si tratta di una partita di 40 colli sigillati ed impermeabilizzati, per un peso totale di 217 chili. L’immobile è in completo stato di abbandono da anni, e la perquisizione è stata difficoltosa proprio a causa di macerie e rischio di crolli. Il grosso stock di marijuana, riferiscono gli stessi carabinieri, era “ben nascosto tra le mura e le pietre cadenti del fabbricato”.

Ora si tratta di scoprire quale gruppo organizzato si stesse occupando della gestione della partita di marijuana sequestrata ieri sera. Probabilmente la droga era stata nascosta solo provvisoriamente nell’immobile disabitato, per poi essere trasferita altrove, in un’altra regione. Non è neppure escluso che la distribuzione dovesse avvenire in Puglia.

Il sequestro di sabato 21 settembre si aggiunge ai 667,305 Kg di marijuana sequestrati nei primi otto mesi dell’anno (si consideri che in tutto il 2018 ne erano stati sequestrati 223 chili) da parte dei carabinieri del comando provinciale di Brindisi. Nei primi otto mesi sono stati sequestrati anche 6,515 chili di hashish, 741 grammi di cocaina e 120 grammi di eroina e vari flaconi di metadone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento