Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Spari e botte nella tabaccheria

BRINDISI – Assalto, spari e percosse ieri sera al quartiere Sant’Elia in una tabaccheria che ha un record di rapine subite, ed è gestita da Giancarlo Paladini. Erano circa le 21.30 quando due banditi sono entrati in azione in via Guglielmo Ciardi, sparando una fucilata a pallettoni verso l’alto, che avrebbe sfiorato il tabaccaio, il quale è stato poi picchiato a sangue.

BRINDISI - Assalto, spari e percosse ieri sera al quartiere Sant'Elia in una tabaccheria che ha un record di rapine subite, ed è gestita da Giancarlo Paladini. Erano circa le 21.30 quando due banditi sono entrati in azione in via Guglielmo Ciardi, sparando una fucilata a pallettoni verso l'alto, che avrebbe sfiorato il tabaccaio, il quale è stato poi picchiato a sangue.

Il suo volto era ridotto ad una maschera di sangue quando è stato trasportato all'ospedale Perrino per le cure del caso. Scene da arancia meccanica nella tabaccheria all'interno della quale c'erano le videocamere di sorveglianza. I banditi dopo aver colpito ripetutamente la vittima si sono impossessati di circa 400 euro e sono fuggiti. Ci sarebbe un testimone. Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Brindisi.

Paladini, si dice stanco della situazione, visto che subisce la media di due rapine all'anno e anche i sistemi di videosorveglianza sembrano non avere effetto contro i rapinatori. Il commerciante sconfortato e terrorizzato dopo l'ultimo colpo potrebbe chiudere l'attività: "Ho avuto paura di morire", ha detto.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari e botte nella tabaccheria

BrindisiReport è in caricamento