menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Volanti a Brindisi

Volanti a Brindisi

Botte al lido e all'ospedale, un arresto

BRINDISI - Rissa notturna cominciata in spiaggia, spostatasi poi nel parcheggio dello stabilimento balneare, e proseguita nel parcheggio dell'ospedale Perrino di Brindisi, con un bilancio finale di due feriti e quattro denunciati uno dei quali in stato di arresto. La soluzione l'ha trovata la polizia, costretta ad intervenire in forze per sedare la colluttazione a colpi di spranga davanti all'ospedale, e qui il personale della Sezione volanti ha arrestato, oltre che per rissa, anche per lesioni personali un 21enne

BRINDISI - Rissa notturna cominciata in spiaggia, spostatasi poi nel parcheggio dello stabilimento balneare, e proseguita nel parcheggio dell'ospedale Perrino di Brindisi, con un bilancio finale di due feriti e quattro denunciati uno dei quali in stato di arresto. La soluzione l'ha trovata la polizia, costretta ad intervenire in forze per sedare la colluttazione a colpi di spranga davanti all'ospedale, e qui il personale della Sezione volanti ha arrestato, oltre che per rissa, anche per lesioni personali un 21enne.

I fatti attorno alle 3,15 quando è giunta alla sala operativa della questura una segnalazione di una colluttazione in corso in uno stabilimento balneare di Apani, sulla costa a nord del capoluogo. Due equipaggi si sono diretti sul posto, mentre la rissa divampava nel parcheggio della spiaggia. La causa, la solita lite per attenzioni sgradite nei confronti di una ragazza. Concluso il primo round, due dei partecipanti al tafferuglio, due fratelli dei quali uno già noto alla giustizia, si sono messi in macchina per raggiungere l'ospedale e farsi medicare.

Ma due degli avversari avevano deciso di non concedere tregua, e li hanno seguiti a bordo di un'altra vettura. I due fratelli sono stati intercettati dagli inseguitori, tra i quali la persona poi arrestata, proprio mentre dal parcheggio dell'ospedale cercavano di entrare nel perimetro del Perrino e raggiungere così il pronto soccorso. E' scattato un secondo scontro molto violento, cui hanno posto fine i poliziotti di tre volanti accorse sul posto.

Uno dei partecipanti come già detto, è stato arrestato, mentre gli altri tre sono stati denunciati a piede libero per rissa. I due fratelli sono stati medicati dal personale del pronto soccorso e giudicati guaribili in 15 e 20 giorni, ma hanno rifiutato il ricovero. E' stato il culmine di lunghe ore di lavoro per la Sezione volanti, che ieri sera con l'impiego di dieci equipaggi hanno proceduto al controllo di una cinquantina di soggetti sottoposti o a misure di prevenzione o al regime degli arresti domiciliari, un servizio disposto dal questore Alfonso Terribile.

E anche in questo caso c'è stato un arresto: quello di Alessandro Zanzarella, che è stato sorpreso nel suo quartiere, il Perrino, assieme ad alcuni amici nei pressi di un bar. Ma a quell'ora, prescrive la misura di prevenzione cui Zanzarella è sottoposto, lui avrebbe dovuto essere a casa da un pezzo. Da qui l'arresto in flagrante violazione degli obblighi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento