menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auto con la droga: a bordo trovati 87 chili di hascisc

C'erano 87 chili di hascisc, suddivisi in panetti da mezzo chilogrammo, a bordo della Fiat Croma intercettava e bloccata nella serata di martedì nella zona dei centri commerciali di Brindisi dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia del capoluogo

BRINDISI - C'erano 87 chili di hascisc, suddivisi in panetti da mezzo chilogrammo, a bordo della Fiat Croma intercettava e bloccata nella serata di martedì nella zona dei centri commerciali di Brindisi dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia del capoluogo. La vettura è stata letteralmente smontata nella notte dai militari, che hanno individuato vari comparti per il trasporto della sostanza stupefacente occultati in varie parti del veicolo. Il conducente dell'auto arrestato poco dopo l'impatto contro un guardrail si chiama Antonio Di Giovanni di 33 anni, residente a Torino. Il complice che si trovava con lui sulla Croma è ancora alla macchia, dopo essersi allontana a piedi, protetto dal buio.

DI GIOVANNI Antonio, classe 1983-2Nell'auto i carabinieri del capitano Luca Morrone e del tenente Luca Colombari hanno trovato anche 11 banconote da 50 euro false, pertanto Di Giovanni, oltre che per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, è stato dichiarato in arresto anche per detenzione di valuta falsificata. Che l'auto fosse imbottita di droga, i carabinieri lo hanno capito quando dopo l'incidente, il distacco di parte dello spoiler anteriore della Croma ha provocato la fuoriuscita di una parte del carico di hascisc.

Sequestrata e trasferita in una officina presso la caserma dell'Arma, la vettura è stata sezionata rivelando il resto dei nascondigli della droga. Per tagliare le parti metalliche, ha collaborato con i carabinieri una squadra di vigili del fuoco, dotata degli attrezzi utilizzati sul teatro degli incidenti stradali per liberare le vittime incastrate nelle lamiere dei veicoli.

GUARDA IL VIDEO

Poco prima, la Fiat Croma provieniente dalla direzione di Bari aveva percorso parte della circonvallazione di Brindisi, uscendo poi dalla rampa per la statale 7 Brindisi-Taranto. Ma sulla rotatoria sottostante c'era una pattuglia dei carabinieri del Norm di Brindisi su un'auto civetta. I militari hanno intimato l'alt al conducente della Croma, e a quel punto è scattato l'inseguimento, prima sulla deviazione che porta all'ospedale Antonio Perrino, e da qui sulla strada che passa alle spalle del nosocomio e dei centri commerciali, dove la vettura in fuga è finita contro le barriere di protezione a destra della carreggiata. Di Giovanni, lievemente ferito, non è riuscito a sfuggire ai carabinieri, mentre il complice si è dileguato nei campi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento