Cronaca

Diventa a pagamento il servizio di Bike sharing cittadino

Termina il periodo di uso gratuito del servizio cittadino di Bike-sharing. Appena il Comune, con procedura di evidenza pubblica, affiderà a qualche società il servizio, entreranno in vigore le tariffe di abbonamento, già stabilite dalla giunta comunale. Fino ad oggi infatti il servizio Brindisi by Bike, previsto dal progetto Cyelo, era assolutamente gratuito, previa iscrizione e ritiro di una tessera magnetica

BRINDISI - Termina il periodo di uso gratuito del servizio cittadino di Bike-sharing. Appena il Comune, con procedura di evidenza pubblica, affiderà a qualche società il servizio, entreranno in vigore le tariffe di abbonamento, già stabilite dalla giunta comunale.

Fino ad oggi infatti il servizio Brindisi by Bike, previsto dal progetto Cyelo, realizzato, in seguito al finanziamento del Programma di cooperazione europea Grecia-Italia 2007/2013, in partnership con il Comune di Bari, Regione Puglia, Comune di Corfù e Comune di Patrasso, era assolutamente gratuito, previa iscrizione e ritiro di una tessera magnetica, che ha permesso a decine e decine di brindisini di scorrazzare per le strade della città dalla fine di novembre del 2014 ad oggi.bike sharing stazione filomeno-2

Nelle prossime settimane, invece, il servizio diverrà a pagamento, offrendo la possibilità di abbonarsi o noleggiare ad ora una delle 60 biciclette fornite: 20 euro il costo dell’abbonamento annuale con un sovrapprezzo che va da 3 a 5 euro per l’assicurazione a carico dell’utente; mentre per il semplice noleggio le tariffe andranno da 1 euro per la seconda ora o frazione di ora fino ai 5 per l’intera giornata, dovrebbe essere gratuita, invece, la prima ora di noleggio. Il piano tariffario potrà subire delle modifiche qualora il gestore, con l’approvazione della stazione appaltante, lo chieda.

Il progetto Brindisi by Bike aveva fatto sognare i patiti delle due ruote e dell’eco sostenibilità che videro nell’assalto alle tessere (914 gli abbonamenti emessi primi 45 giorni, rispetto ai 500 garantiti nell’accordo tra Amministrazione comunale e Bicincittà, la società torinese che ha gestito il servizio noleggio, ndr) un cambiamento di direzione nella mobilità urbana.

Ma di un sogno, dal quale ci si è risvegliati molto presto, si è trattato, visti i dati di utilizzo, questi si reali, che la società Bicincittà ha reso noti nel report consegnato all’Amministrazione: poco meno di 11.800 i prelievi registrati nelle 5 stazioni allestite in città (Cillarese, Filomeno, Spalato, Stazione FF.SS., Vittorio Emanuele), pochi se si tiene presente il numero di tessere elargite (dati dal 16 ottobre 2014 al 30 settembre 2015, ndr).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diventa a pagamento il servizio di Bike sharing cittadino

BrindisiReport è in caricamento