menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acquista Alfa Romeo rubata, brindisino accusato di riciclaggio

Chiesto il processo per un uomo di 42 anni: il furto commesso a Casarano lo scorso gennaio

BRINDISI – Un’Alfa Romeo, modello Giulietta, risultata rubata è oggetto dell’accusa mossa nei confronti di un brindisino: C.G, 42 anni, è imputato per riciclaggio, contestazione dalla quale dovrà difendersi in occasione dell’udienza preliminare.

Il pubblico ministero Francesco Carluccio ha confermato l’ipotesi inizialmente contestata sulla base degli accertamenti condotti dagli agenti della Squadra Mobile di Brindisi. L’imputato, difeso dall’avvocato Paoloantonio D’Amico, avrebbe acquistato o comunque ricevuto una Giulietta, provento di un furto commesso a Casarano nel periodo di tempo compreso tra il 2 e il 3 gennaio 2017 ai danni di un leccese. Il brindisino, sempre secondo l’accusa, avrebbe apposto targhe di un’altra auto della stessa casa automobilistica e di identico modello, di provenienza lecita, allo scopo di impedire l’accertamento della provenienza non lecita della Giulietta. Riciclaggio, codice penale alla mano. Accusa che l’imputato respinge.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento