menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multiservizi, anche la manutenzione della fogna tra le attività aggiuntive

Ipotesi al vaglio del Comune che continua a restare in silenzio sul bilancio 2014 e sul futuro assetto della partecipata. Intanto autorizza prelievo dal fondo di riserva per pagare l’autospurgo: 20mila euro

BRINDISI – Anche i servizi di manutenzione della fogna bianca e di autospurgo di quella nera potrebbero essere assegnati alla Multiservizi, nell’ottica di ampliare le attività per incrementare le entrate della società partecipata del Comune di Brindisi.

multiservizi assemblea 1-2

L’ipotesi è al vaglio degli uffici tecnici anche se a Palazzo di città resta il silenzio sul bilancio consuntivo del 2014 che, come è noto, deve essere approvato con copertura della perdita profonda per oltre un milione e trecentomila euro. Ad oggi non è ancora arrivata alcuna risposta alla richiesta di convocazione dell’assemblea del socio unico, il Comune, firmata di recente dal capo dell’ufficio legale interno, Francesco Trane, in qualità di amministratore unico della srl. Né è arrivata alcuna comunicazione ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali che attendevano una convocazione per la giornata del 5 dicembre: doveva esserci la prosecuzione del tavolo tecnico presieduto dal vice sindaco Francesco Silvestre per fare il punto sulla reale situazione economico-finanziaria della Multiservizi. Non c’è stata e nessuno sa per quale motivo. Vero è che con la pronuncia della Corte Costituzionale sul decreto Madia, per il Comune di Brindisi i margini di manovra sono più ampi dal punto di vista del tempo a disposizione. Ma una decisione deve comunque essere assunta per l’assetto futuro della partecipata che conta 193 dipendenti.

Dal Palazzo si apprende che tra i servizi extra, da aggiungere a quelli attuali, potrebbero essercene due: “manutenzione ordinaria e straordinaria della fogna pluviale bianca e disostruzione con autospurgo della fogna nera per gli immobili di proprietà del Comune di Brindisi e degli istituti scolastici”. La notizia rimbalza assieme alla richiesta di variazione del bilancio di previsione per ventimila euro, somma necessaria per affidare “con urgenza” quelle attività “a una ditta di fiducia dell’Amministrazione” e a “valersi sul fondo di riserva” in modo da assicurare “la continuità del servizio”.

Il dirigente del settore Lavori Pubblici, infatti, ha chiesto al collega dei Servizi finanziari di autorizzare la manovra “nelle more del trasferimento dei servizi alla Brindisi Multiservizi srl”. La risposta è arrivata a stretto giro, previa delibera della Giunta, con autorizzazione al “prelievo dal fondo di riserva che ammonta a 290.797, 22 euro”, aspetto sul quale dovrà pronunciarsi il Consiglio comunale con ratifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento