Cronaca

“Ricerca, fondi europei da non perdere”: appello dei grillini al Comune

Ordine del giorno dei consiglieri del Movimento 5 stelle, Stefano Alparone ed Elena Giglio: "Brindisi non si lascia scappare l'occasione per i finanziamenti pari a 16 miliardi di euro per le città intelligenti"

BRINDISI – Dal Movimento 5 Stelle di Brindisi un appello al Comune capoluogo, maggioranza politica e apparato amministrativo, per non perdere l’occasione di diventare “città intelligente e sostenibile” offerta dai bandi europei con finanziamenti pari a 16 miliardi di euro in due anni.

stefano alparone ed elena giglio-2Questa mattina, i Consiglieri Comunali del Movimento 5 Stelle, Stefano Alparone ed Elena Giglio (nella foto accanto), hanno depositato, presso l’Ufficio di Presidenza, un ordine del giorno avente ad oggetto: Horizon 2020 – Pilastro "Sfide della società": bandi 2016-2017 per i temi Energia e Ambiente (scadenze 2016).

 “Il 13 ottobre 2015 la Commissione europea – scrivono i pentastellati nella mozione – ha approvato i programmi di lavoro 2016-2017 relativi a Horizon 2020, in base ai quali circa 16 miliardi di euro saranno destinati al finanziamento della ricerca e dell’innovazione nei prossimi due anni”, si legge a titolo di premessa. “L'adozione dei programmi di lavoro ha dato anche avvio all’apertura dei nuovi bandi per il biennio, che coprono tutti e tre i pilastri di Horizon 2020: Eccellenza scientifica, Leadership industriale, Sfide della società”.

“Il Bando H2020-SCC 1-2016-2017 - Città intelligenti e sostenibili scaricabile dal sito web https://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020/topics/scc-1- 2016-2017.html ed il bando H2020-SCC 2-2016-2017 - Demonstrating innovative nature-based solutions in cities scaricabile dal sito web https://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020/topics/scc -02-2016-2017.html rendono disponibili 110 milioni di euro per progettare città intelligenti e sostenibili, grazie all'introduzione di tecnologie ed infrastrutture innovative capaci di ridurre l'impatto ambientale delle zone urbane (Smart cities). La pubblicazione dei due inviti per accedere ai finanziamenti è prevista per il 4 ottobre, con scadenza il 14 febbraio 2017, per il bando H2020- SCC-1- 2016-2017, che finanzierà, con 71.000.000 di euro, progetti per almeno tre “città faro”, che dovranno proporre soluzioni tecnologiche per rendere gli edifici intelligenti, ma anche reti di elettricità, teleriscaldamento, telecomunicazioni, acqua, che utilizzino piattaforme Ict di ultima generazione. Per la partecipazione a questo bando ogni “città- faro” deve aver adottato il Piano d'azione sull'energia sostenibile (PAES) valutato positivamente dal Patto dei Sindaci, requisito questo già in possesso del Comune di Brindisi. L’8 novembre, la pubblicazione del bando H2020-SCC 2-2016-2017 - Demonstrating innovative nature-based solutions in cities con due scadenze il 7 marzo e il 5 settembre 2017. Nello specifico metterà a disposizione 40.000.000 euro per finanziare progetti di riqualificazione in zone svantaggiate od aree abbandonate”. “Questi due bandi – dichiarano i Consiglieri M5S – possono rappresentare una straordinaria occasione per il nostro territorio, in termini economici, occupazionali e di riqualificazione della nostra città in chiave di sostenibilità e modernità. Per questo chiediamo di attivare immediatamente gli uffici preposti, al fine di redigere progetti preliminari, da modulare non appena pubblicati i bandi; evitando, in tal modo, percorsi affrettati che, ad esempio, hanno caratterizzato la partecipazione al bando sulla riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ricerca, fondi europei da non perdere”: appello dei grillini al Comune

BrindisiReport è in caricamento