menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Nubile replica alla concorrente: nel campo dei rifiuti è guerra

Alla lettera di intimazione della Agecos Spa giunta al Comune di Brindisi il 19 marzo, risponde stasera l'avvocato Francesco Baldassarre, legale della Nubile Srl. E il caso diventa per ora scontro epistolare. Nel settore dei rifiuti a Brindisi è guerra

BRINDISI – Alla lettera di intimazione della Agecos Spa giunta al Comune di Brindisi il 19 marzo - secondo il consigliere comunale Pietro Guadalupi che ha inoltrato una interrogazione al sindaco sulla vicenda – e che evidentemente non era nota alla società interessata dal rilievo di presunta inadempienza e perdita dei requisiti per continuare a gestire secondo contratto gli impianti di chiusura del ciclo dei rifiuti nel Brindisino, risponde stasera l’avvocato Francesco Baldassarre, legale della Nubile Srl. E il caso (vedi l’altro servizio in questa stessa home page) diventa per ora scontro epistolare.

In merito a “ presunte inadempienze nella esecuzione dell’appalto dei rifiuti”, il legale della Nubile precisa che “non vi sono ritardi nel crono programma ascrivibili a responsabilità della ditta Nubile” e puntualizza che “i requisiti soggettivi della Daneco Impianti, soggetto ausiliario che ha prestato alla stessa Nubile il fatturato economico nella gara indetta dal Comune di Brindisi, non sono venuti meno, poiché la stessa impresa continua ad essere aggiudicataria di appalti nella gestione del ciclo dei rifiuti ed a gestire impianti e discariche in Italia e nel mondo”.

Gli uffici della Nubile in zona industriale“Pertanto la Ditta Nubile preannuncia che  risponderà in maniera dettagliata alle contestazioni assolutamente infondate mosse nei suoi confronti non appena avrà copia della lettera del legale della ditta Agecos inviata al Comune di Brindisi, e si riserva ogni azione giudiziaria a tutela della sua immagine e serietà professionale”.

La notizia dell’esistenza della lettera di intimazione inviata al sindaco Mimmo Consales e al responsabile del settore, l’architetto Fabio Lacinio, dall’avvocato Saverio Sticchi Damiani, legale della Agecos Spa, l’impresa della provincia di Potenza giunta seconda nella graduatoria della gara che assegnò alla Nubile la gestione degli impianti per 15 anni, è stata diffusa oggi dal consigliere comunale dell’opposizione di centrodestra, Pietro Guadalupi.

Guadalupi ha rivolto come già detto una richiesta di chiarimenti all’amministrazione civica, per sapere se la situazione decritta dall’avvocato Sticchi Damiani a proposito delle presunte inadempiente contrattuali della Nubile siano fondate, e se sia effettivamente da considerarsi decaduta, per le vicende penali che l’hanno interessata in Lombardia, la garanzia tecnica e finanziaria prestata dalla Daneco Impianti a suo tempo alla Nubile per poter partecipare alla gara stessa, e quindi di conseguenza anche quella della Nubile nei confronti del Comune. Quindi, chiede Guadalupi, cosa intenda fare in tal caso il sindaco.

Ne nascerà un contenzioso amministrativo o civilistico tra i tre soggetti in campo (le due imprese e l’amministrazione comunale brindisina). Una lettera di intimazione può essere considerata un’avvisaglia di ciò.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Vaccini anti Covid: in campo anche gli odontoiatri pugliesi

  • Emergenza Covid-19

    Covid. Sindaco infermiere in prima linea per somministrare i vaccini

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento