rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Arresti per ricettazione e spaccio, 16enne trovato con 39 dosi di droga

Secondo braccialetto elettronico per il 31enne brindisino Gianluca Lorè. Questa volta per ricettazione. A Francavilla Fontana, invece, un minorenne è stato trovato con 39 dosi di marijuana

Secondo braccialetto elettronico per il 31enne brindisino Gianluca Lorè, già destinatario dello stesso provvedimento al termine di un processo con rito abbreviato dove è stato condannato a un anno di reclusione per tentata rapina.  Oggi i carabinieri della stazione Brindisi principale hanno eseguito a suo carico un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del tribunale di Brindisi per ricettazione.

Anche in questo caso per lui è stato disposto il tele-controllo continuo da parte delle forze dell'ordine. I fatti a cui si riferisce questo nuovo provvedimento si sono verificati da febbraio a ottobre del 2010, Lorè fu trovato in possesso di due auto Bmw oggetto di furto. L'ordinanza questa mattina gli è stata notificata presso la casa circondariale di Brindisi dove il 31enne, difeso dall'avvocato Gianpiero Iaia, era ancora detenuto in attesa dell'esecuzione del primo “braccialetto elettronico”.

Nel pomeriggio Lorè ha ottenuto i domiciliari per entrambi i provvedimenti, è tornato a casa con il braccialetto elettronico alla caviglia.

A Francavilla Fontana, invece, un 16enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è incappato in un servizio di controllo attivato dai carabinieri della locale stazione teso a contrastare il sempre più crescente fenomeno dello spaccio tra gli adolescenti. Ai militari era stata segnalata la presenza di comitive “sospette” in un vicolo situato alle spalle della chiesa Matrice, nei pressi del banco di Napoli, già noto per essere frequentato da tossicodipendenti.

Nel pomeriggio di ieri è stato eseguito un controllo mirato. Due pattuglie hanno circondato il vicolo bloccando le due uscite. Tra il fuggi fuggi generale è stato fermato un minorenne. Gli è stato chiesto di svuotare le tasche di pantaloni e giubbotto. Il giovane ha eseguito gli ordini, tralasciando, però, un sacchetto pieno di droga, per altro ben visibile dall'esterno. I militari, quindi, gli hanno chiesto di estrarre anche il malloppo che stava cercando di occultare.

È così che sono spuntate 39 dosi di marijuana del peso complessivo di 20 grammi. La perquisizione è stata estesa alla sua abitazione dove è stato trovato il materiale per il confezionamento della droga. Il ragazzo, studente presso un istituto superiore del posto, dopo le formalità di rito è stato trasferito nel centro di prima accoglienza di Lecce, a disposizione della Autorità Giudiziaria competente.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti per ricettazione e spaccio, 16enne trovato con 39 dosi di droga

BrindisiReport è in caricamento