rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Ai domiciliari per estorsione, minaccia l'ex moglie: finisce in carcere

Ordinanza di custodia cautelare per un 42enne di Brindisi. In un'occasione avrebbe distrutto porte e tv a casa della donna

BRINDISI - Era ai domiciliari con l'accusa di estorsione, è finito in carcere per aver aggredito e minacciato la moglie, madre dei suoi tre figli: l'ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita questa mattina dai carabinieri della stazione di Brindisi, sulla base di di gravi indizi scaturiti dalla denuncia della donna, e di esigenze cautelari legate alla circostanza che l'uomo avrebbe violato le prescrizioni imposte dal regime di arresti nella propria abitazione.

La denuncia della donna

L'ex compagna, nella denuncia sporta ai militari, ha spiegato di aver  "interrotto  la relazione  a causa del temperamento aggressivo dell’uomo e delle  vicende giudiziarie", l'ultima sfociata nell'arresto con l'accusa di estorsione. Ha aggiunto di aver subito,  nel corso degli ultimi anni, "minacce anche in presenza dei figli minori". Di recente, sempre stando a quanto si legge nel provvedimento di custodia cautelare, "l’ex compagno  approfittando dell’autorizzazione per  recarsi al Sert ha raggiunto l'ex moglie nell’abitazione   della donna  rivolgendole minacce anche gravi nonchè epiteti altamente ingiuriosi  lesivi  della reputazione".

L'aggressione

Il giudice per le indagini preliminari ha anche ricostruito un episodio legato a una discussione con la donna, nata dopo che l'uomo si sarebbe introdotto "abusivamente all’interno nell'abitazione della donna", dove avrebbe danneggiato "il televisore, alcune finestre e porte". Tutto ciò nonostante il 42enne fosse ai domiciliari con  divieto di comunicare anche per via telefoinica o telematica con persone diverse da quelle che con lui coabitavano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari per estorsione, minaccia l'ex moglie: finisce in carcere

BrindisiReport è in caricamento