rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Rifiuti/ Il Tar ferma ancora Consales, e il sindaco ora attacca il tribunale

Diventa sempre più ingarbugliata la vicenda della racconta rifiuti a Brindisi, e continua a non reggere davanti alla giustizia amministrativa il continuo ricorso a ordinanze da parte del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales

BRINDISI – Diventa sempre più ingarbugliata la vicenda della racconta rifiuti a Brindisi, e continua a non reggere davanti alla giustizia amministrativa il continuo ricorso a ordinanze da parte del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, dopo lo stop all’affidamento a termine diretto ad Aimeri da parte dello stesso Tar  di Lecce. Ogni ordinanza è stata infatti sospesa in via cautelare, in attesa dell’udienza di merito del 16 aprile e la stessa fine ha fatto anche l’ultima di proroga del servizio a Monteco per soli 7 giorni, impugnata dalla società di Campi Salentina che ne contesta il compenso, con discussione del merito unificato sempre nell’udienza del 16 aprile in cui si deve discutere dell’affidamento ad Aimeri con ordinanza “contingibile e urgente”, l’ultima formulazione adottata dal sindaco per superare le altre obiezioni del Tar.

L’ultimo provvedimento, sempre un decreto firmato dal presidente della prima sezione Antonio Cavallari, depositato il 5 aprile e notificato nel primo pomeriggio odierno al Comune di Brindisi, ha fatto perdere le staffe al sindaco che adesso accusa il Tar di Lecce di bloccare ogni tentativo dell’amministrazione comunale di innovare il servizio della raccolta rifiuti nel capoluogo. Un attacco senza mezzi termini alla funzione della giustizia amministrativa in questa vicenda che diventa sempre più delicata

I mezzi di Aimeri nel deposito di Brindisi-2Scrive Consales in un comunicato: “E’ stato notificato al Comune di Brindisi l’ennesimo decreto del Tribunale Amministrativo Regionale di Lecce con cui, ‘inaudita altera parte’, ha sospeso il termine finale dell’ulteriore proroga (fissata alla mezzanotte di oggi) concessa alla Monteco. Tale sospensione ha validità sino al 16 aprile quando si discuterà in Camera di Consiglio l’intera vicenda (in contraddittorio tra le parti). Il Tar ha altresì sospeso  –  ancora una volta di sabato… - le note del Comune di Brindisi del 31 marzo 2014 e del 3 aprile 2014 con le quali l’Ente locale brindisino ha chiesto a Monteco la disponibilità a svolgere il servizio alle stesse condizioni proposte con apposita ordinanza alla società Aimeri”.

Ma questa è solo la parte esplicativa del fatto. Ecco invece quella sulle conseguenze e  sulle valutazioni: “Ciò determina, pertanto, che in virtù dei provvedimenti del Tribunale Amministrativo di Lecce, il servizio di igiene urbana continuerà ad essere svolto da Monteco quantomeno fino al 16 aprile, data in cui è prevista l’udienza. Ancora una volta il Tar di Lecce impedisce al Comune di Brindisi – afferma il sindaco - di far effettuare un servizio con modalità differenti rispetto a quelle attuali e più coerenti con le direttive regionali in tema di raccolta differenziata (oltre che ad un prezzo inferiore)”.

Mezzi della Monteco all'operaConsales, insomma, presume di aver ragione senza attendere il giudizio di merito, e attribuisce al Tar una funzione frenante sulle scelte dell’amministrazione comunale. “E’ inimmaginabile che le scelte del nostro ente vengano assunte, come accade puntualmente nel settore della raccolta dei rifiuti in questa città, dal Tribunale Amministrativo di Lecce che è arrivato addirittura a sospendere finanche la semplice scadenza di un breve affidamento in proroga a Monteco consentendo a quest’ultima di beneficiare della prosecuzione del servizio a condizioni più gravose per l’amministrazione comunale e secondo modalità che non rispondono alle nostre esigenze. E’ evidente che mi aspetto ben poco dall’udienza del 16 aprile e quindi, in questa eventualità, siamo già pronti ad adire il Consiglio di Stato”.

Le dichiarazioni sono pesanti, si arriva ad ipotizzare già la sconfitta in primo grado. Non si fa autocritica sulle procedure adottate, si lamenta il ruolo svolto dal Tar non considerandolo di garanzia ma quasi di parte. Il clima sulla vicenda dei rifiuti a Brindisi diventa sempre più pesante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti/ Il Tar ferma ancora Consales, e il sindaco ora attacca il tribunale

BrindisiReport è in caricamento