Cronaca

Assalto al bancomat, brindisino preso a Rimini. Coinvolto anche in ferimento  

Ci sarebbe anche un brindisino di 38 anni, Francesco Di Coste, residente da anni a Padova, tra le persone coinvolte nell’accoltellamento che si è verificato il 27 settembre scorso in una macelleria islamica a Borgo Marina, Rimini dove un marocchino è stato arrestato per tentato omicidio e un napoletano è rimasto gravemente ferito

BRINDISI – Ci sarebbe anche un brindisino di 38 anni, residente da anni a Padova, tra le persone coinvolte nell’accoltellamento che si è verificato il 27 settembre scorso in una macelleria islamica a Borgo Marina, Rimini dove un marocchino è stato arrestato per tentato omicidio e un napoletano è rimasto gravemente ferito. Il 38enne originario di Brindisi, era ricercato perché destinatario di una condanna a 17 mesi di carcere per un assalto col gas esplosivo ad un bancomat nella provincia di Padova. In quell’occasione fu inseguito dai carabinieri e una volta bloccato li affrontò armato.

È stato trovato dai poliziotti all’interno di un hotel chiuso al pubblico dove vivevano anche i proprietari. Secondo quanto raccontato dal macellaio marocchino durante l’interrogatorio di convalida, il napoletano si era presentato in più occasioni, insieme ad altre due persone, nella sua attività commerciale per chiedere denaro. Uno di questi complici era il 38enne di Brindisi. Indagini sono in corso per accertare la versione fornita dall’indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al bancomat, brindisino preso a Rimini. Coinvolto anche in ferimento  

BrindisiReport è in caricamento