Cronaca

Rifiuti, altro giorno di caos. Cittadini senza assistenza, strade sporche

Quando c'è un subentro in un servizio delicato come quello dell'igiene urbana e della raccolta rifiuti, l'assistenza ai cittadini da parte della nuova azienda e dell'amministrazione comunale deve essere massima. Invece, le famiglie brindisine non hanno ricevuto neppure un volantino e parlare con un addetto del Comune è una impresa. Intanto Piero Gioia precisa: mai riassunto, e non sono il nuovo direttore

BRINDISI – Quando c’è un subentro in un servizio delicato come quello dell’igiene urbana e della raccolta rifiuti, l’assistenza ai cittadini da parte della nuova azienda e dell’amministrazione comunale deve essere massima. Invece, le famiglie brindisine non hanno ricevuto neppure un volantino e parlare con un addetto del Comune è una impresa: o ti risponde un fax al posto di chi ieri invece rispondeva alle domande dei cittadini irritati, oppure la linea è intasata, oppure ti indirizzano a un determinato impiegato o funzionario il cui telefono però è perennemente occupato. Incluso il numero fornito dall’assessore all’Ambiente, dove è invece Ecologica Pugliese che deve rispondere, e quando lo fa dice che tutto dipende dai tempi di rimozione dei cassonetti da parte di Monteco.

Cambio gestione rifiuti 2-2Nel frattempo? O bisogna tenersi la differenziata e l’indifferenziata in casa, oppure bisogna mettere tutto in fila sui marciapiedi alla mercé delle intemperie e degli animali randagi. Sono trascorsi tre giorni dal cambio di gestione, e tutto sembra ancora in alto mare. I cassonetti carrellabili di negozi e condomini che Monteco si è ripresa non sono stati rimpiazzati. In qualche giro di raccolta della differenziata sono stati portati via i rifiuti assieme a piccoli contenitori familiari. Sulla litoranea rifiuti in fiamme. Il calendario della raccolta di organico, plastica e carta è saltato. In molti pensano che non è affatto “normale” che si sia determinata una situazione di tal genere, e che tutto ciò possa durare una settimana almeno.  Se c’è una carcassa di animale da rimuovere, i vigili urbani per ora non sanno neppure chi chiamare. E’ il loro centralino quello che sta assorbendo in queste ore la pressione delle proteste dei cittadini.

Cambio gestione rifiuti-2Non era prevedibile tutto ciò? Il cambio di gestione è avvenuto in uno scenario di contenziosi tra Comune e Monteco che ha avvelenato il clima, quindi escludendo di fatto la possibilità di collaborazione piena tra le due imprese, aumentando il disagio per i cittadini contribuenti. Ed Ecologica Pugliese è per la prima volta alle prese con una città delle dimensioni di Brindisi (ha in appalto il servizio a Capurso, dove ha sede, Casamassima, Noicattaro, ed in parte a Modugno e Monopoli, se le nostre notizie sono aggiornate), quindi deve già misurarsi con un compito mai affrontato. Una lunga fila di mezzi aziendali è ancora parcheggiata in strada alla zona industriale, e non nel capannone e nel piazzale del cantiere affittato dall’impresa.

Quindi una serie di difficoltà non di poco conto, con cui in questi giorni stanno facendo i conti i dipendenti transitati da Monteco a Ecologica Pugliese, che a quanto pare sono tutti al lavoro senza aver ancora sottoscritto il contratto (quindi senza possibilità di chiedere permessi ed altro). Sulla situazione ancora una volta è assordante il silenzio dei sindacati di categoria, ricomparsi martedì sera a Palazzo Nervegna per ascoltare la breve allocuzione del sindaco Mimmo Consales ai circa trenta partecipanti tra lavoratori e sindacalisti, che ha esortato tutti al massimo impegno.

Intanto la città è sporca, devono ancora essere sistemati i cassonetti della nuova impresa, la gente è arrabbiata. Il Comune si limita a dire che l’assessore Antonio Monetti sta seguendo la situazione, e che Ecologica Pugliese non può mettere i cassonetti se prima non vengono rimossi quelli di Monteco, e che comunque tutto sarà a posto entro venerdì 21 novembre. Non resta che attendere altri due giorni per vedere se ciò avverrà e se la situazione cambierà. Stasera l’amministrazione comunale fa sapere che il presidente della prima sezione del Tar di Lecce con decreto ha respinto la richiesta di sospensione dell’affidamento del servizio per sei mesi ad Ecologica Pugliese, avanzata da Monteco. Ma questo non cambia la situazione che sta vivendo la città.

Sacchetto spazzatura in corso Garibaldi-2Monteco aveva chiesto la sospensione dell'efficacia dell'ordinanza contingibile e urgente n. 20 del 21.10.2014 con la quale il Sindaco del Comune di Brindisi ha disposto l'affidamento in favore di Ecologica Pugliese Srl del servizio di gestione dei rifiuti sul territorio comunale per il periodo di mesi 6”. Il giudice amministrativo ha respinto “considerato che la ricorrente invoca l’applicazione dell’art. 13, primo comma, del d.l. n. 150/2013, convertito con modificazioni nella legge n. 15/2014, senza specificare a quale titolo gestisca in atto il servizio di igiene urbana nel Comune di Brindisi; considerato altresì che, in disparte la qualificazione della posizione della ricorrente in riferimento al titolo di cui sopra, le ulteriori censure dedotte non sembrano attinenti ad una posizione differenziata“.

Il Comune di Brindisi ed il sindaco potranno però sostenere di aver fatto il massimo per dare alla città un servizio di igiene urbana migliore del precedente se tutto il disagio di questi giorno cesserà entro la settimana, se la differenziata ripartirà a pieni giri, se la città sarà più pulita. E se il bando per il gestore unico del servizio per l’Aro Brindisi 2 sarà davvero pronto entro la fine dell’anno. Altrimenti bisognerà spiegare a chi paga il servizio la ragione del cambio e di tutto ciò che ha comportato sul piano delle spese di giustizia e su quello della qualità del servizio stesso.

Nota a margine, la precisazione di Piero Gioia, a suo tempo licenziato da Monteco: fa sapere di non essere mai rientrato da allora nella "platea storica" del personale del servizio di igiene urbana, né tanto meno di essere il nuovo direttore del cantiere di Brindisi di Ecologica Pugliese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, altro giorno di caos. Cittadini senza assistenza, strade sporche

BrindisiReport è in caricamento