Cronaca

Dopo le altalene per disabili l'assegno per l'ospedale di neuroriabilitazione

Si è conclusa ieri mercoledì 18 febbraio la grande iniziativa di solidarietà promossa dall'associazione "Amici della conca" di Brindisi per raccogliere fondi necessari per l'acquisto di altalene per disabili da installare nei parchi principali della città

BRINDISI - Si è conclusa ieri mercoledì 18 febbraio la grande iniziativa di solidarietà promossa dall’associazione “Amici della conca” di Brindisi per raccogliere fondi necessari per l’acquisto di altalene per disabili da installare nei parchi principali della città. La somma totale raccolta grazie al contributo di molti cittadini è di 7.777 euro che hanno consentito di acquistare due altalene e di donare un assegno di 2037,50 euro all'istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per bambini “Eugenio Medea” di Brindisi.

Si tratta dell’unico ospedale di neuroriabilitazione pugliese per l’età evolutiva, con sede nel complesso ospedaliero “Antonio Di Summa”, disposto su quattro piani con 30 posti letto. Inaugurato a dicembre del 2011, offre prestazioni diagnostiche, terapeutiche e riabilitative in ambito psicopatologico per disturbi pervasivi dello sviluppo (come autismo infantile e affini), disturbi dell’attività e dell’attenzione (per i quali il Polo è stato individuato come Centro Regionale di riferimento), ritardi mentali, disturbi dell'emotività e del comportamento, disturbi del linguaggio, della funzione motoria, dell'apprendimento scolastico, minorazioni visive e minorazioni uditive, sindromi post-traumatiche da stress e sindromi da maltrattamento.Il Tavolo della Conferenza-19

In ambito neuropatologico, invece, il polo è riconosciuto come Centro di riferimento regionale per il trattamento delle paralisi cerebrali infantili e delle gravi cerebrolesioni in età evolutiva. Si caratterizza inoltre per l’esperienza nel campo delle malattie neuromuscolari e delle epilessie sintomatiche. Quest’anno gli “Amici della conca” hanno voluto sostenere questo Centro.

L’iniziativa, che ha permesso di raccogliere oltre 7mila euro, è legata al “Tuffo di Capodanno” giunto alla sua sesta edizione che ha visto quest’anno 140 iscritti. Ma per questa edizione a dare il contributo non sono stati solo i “tuffatori” ma semplici cittadini che hanno voluto dare il proprio contributo per una causa così importante, per dare la possibilità ai bambini meno fortunati di divertirsi come i loro coetanei. Oggi giovedì 19 ha avuto inizio l’installazione delle altalene: una riguarda Parco Maniglio al quartiere Bozzano e l’altra il parco giochi del quartiere Casale.

La cerimonia di consegna dell’assegno si è tenuta presso la sala conferenze di Palazzo Granafei-Nervegna alla presenza dei membri dell'associazione culturale-ricreativa “Amici della Conca”, del sindaco Mimmo Consales, dell’assessore all’Urbanistica Lino Luperti e dell’assessore ai Lavori Pubblici Cosimo D’Angelo e ha visto la partecipazione di una nutrita rappresentanza di quanti hanno contribuito economicamente alla causa del Tuffo di Capodanno, cittadini di Brindisi e Provincia, gruppi spontanei di lavoratori, professionisti e alcune scuole della città. I lavori di installazione delle altalene, come confermato dall'Assessore D'Angelo, inizieranno la mattina di giovedì 19 febbraio e salvo imprevisti, la loro inaugurazione è prevista invece per la mattina di domenica 25 febbraio. Consegnati anche alcuni riconoscimenti come quello alla tredicenne Giordana Scrimieri, proclamata la “Ragazza più generosa dell'anno” per aver liberamente scelto di devolvere l'interno budget economico destinato all'acquisto delle bomboniere per la sua Cresima alla causa del Tuffo di Capodanno.

Terminata la Cerimonia, il pensiero è andato già alla prossima edizione con una novità, confermata proprio dall'assessore Luperti che oltre ad aver annunciato la sua personale partecipazione al Tuffo di Capodanno 2016, ha dichiarato l'intenzione dell'amministrazione comunale di terminare i lavori del Complesso Stabilimento Balneare di Cala Materdomini, che il 1° gennaio del prossimo anno, sarà inaugurato proprio dai tuffatori dell'ormai immancabile appuntamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le altalene per disabili l'assegno per l'ospedale di neuroriabilitazione

BrindisiReport è in caricamento