menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In arrivo topi e blatte. Richieste urgenti di derattizzazione e disinfestazione

Arriva la stagione calda e con essa blatte, insetti, topi, mosche e zanzare. I consiglieri comunali di opposizione chiedono interventi urgenti di disinfestazione e derattizzazione prima che, come accade ogni anno, i pozzetti diventino ricettacolo di animali e fonte di infezioni. Un disagio al limite delle norme igieniche lamentato da sempre dai cittadini

BRINDISI – Arriva la stagione calda e con essa blatte, insetti, topi, mosche e zanzare. I consiglieri comunali di opposizione chiedono interventi urgenti di disinfestazione e derattizzazione prima che, come accade ogni anno, i pozzetti diventino ricettacolo di animali e fonte di infezioni. Un disagio al limite delle norme igieniche lamentato da sempre dai cittadini e che si teme, che le vicende relative all'aggiudicazione dell'appalto dei rifiuti, al momento ancora in fase di aggiudicazione definitiva, possa farlo passare in secondo ordine.

“Nel periodo più caldo dell'estate (luglio-agosto) non è raro osservare scarafaggi uscire di notte dai pozzetti di raccolta delle acque piovane – si legge in una nota inviata da Cosimo D'Angelo consigliere comunale di “Noi Centro” - la lotta alle blatte si rende necessaria perchè questi insetti possono fungere da veicolo per svariati microrganismi patogeni ed altri parassiti pericolosi per l’uomo e per altri animali. La rete fognaria infatti costituisce un ottimo ambiente per la sopravvivenza invernale di blatta orientalis e Periplaneta americana”.

“Ratti e topi rappresentano un rischio consistente per la salute umana. Un recente studio pubblicato dall'Oms, definisce ratti e topi come bacini di riserva di malattie trasmesse dall’animale all’uomo, le cosiddette malattie zoonotiche – si legge ancora nella nota che porta la firma anche di Giuseppe De Maria, Gianpiero Epifani, Lucio Licchello, Antonio Muccio e Roberto Rizzo – discorso a parte meritano le mosche e le zanzare. Soprattutto le prime rappresentano gli insetti con cui l’uomo viene a contatto più frequentemente e con cui ha da sempre condiviso la sua esistenza2.

"Esistono moltissime specie di mosche, tutte molto diverse tra loro: da quelle che succhiano il sangue a quelle che si nutrono di rifiuti e Residenti e dipendenti Monteco in via Orazio Flaccocontaminano il cibo, da quelle che trasmettono malattie a quelle che attaccano piante e animali. Le mosche si caricano di virus, batteri, spirochete, protozoi, uova e larve di vermi parassiti e altri agenti patogeni. In parte questi organismi vengono ingeriti dalla mosca che li elimina con le proprie deiezioni, intatti e ancora vitali e virulenti, mentre altri aderiscono alle setole del suo corpo. Questi esempi non danno che una minima idea delle malattie che possono essere trasmesse meccanicamente dalla mosca, definita l’insetto domestico più pericoloso”.

L’arrivo della primavera e dei primi caldi rende estremamente attuale, quindi, il problema del contenimento di topi, scarafaggi, mosche e zanzare.

“Il timore crescente tra i cittadini è quello che se con un affidamento definitivo del Servizio di Igiene Urbana che prevede tra le atre attività anche quella di derattizzazione e disinfestazione, negli anni passati abbiamo assistito comunque all’eccessiva presenza di blatte, topi, ratti, mosche e zanzare, a maggior ragione oggi i cittadini manifestano le proprie preoccupazioni data l’aleatorietà del contratto in essere con la società affidataria del servizio".

"Pertanto la invitiamo a vigilare attentamente in modo da far rispettare quanto riportato nel capitolato d’appalto, facendo applicare alla Monteco, in modo rigoroso, quanto disposto dal disciplinare per lo svolgimento del “Servizio di Derattizzazione, Disinfezione, Disinfestazione contro mosche, zanzare, blatte, formiche, zecche, vespe ed altri insetti” che prevede cicli di intervento programmati attraverso la redazione di un piano e cicli d’intervento d’urgenza".

"Ovviamente sarebbe opportuno che tali attività fossero pianificate con l’Acquedotto Pugliese per le aree di sua competenza in modo rendere maggiormente incisivi gli interventi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sanremo, sul palco dell'Ariston anche una ballerina brindisina

Attualità

L'associazione 72019 lancia "sanvito.online", la web app dei ristoratori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Frutta e verdura di stagione: la spesa di marzo

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento