rotate-mobile
Cronaca

Duemila anni dalla morte di Augusto: Brindisi ricorda solo con un incontro al museo

In occasione del bimillenario dalla morte dell'imperatore Cesare Ottaviano Augusto, sabato 23 agosto, alle ore 21, all'interno del museo archeologico provinciale "F. Ribezzo" (MapRi), nella sala dedicata al porto, si terrà un incontro tematico dal titolo "Cesare Ottaviano Augusto, il primo imperatore di Roma"

BRINDISI - In occasione del bimillenario dalla morte dell’imperatore Cesare Ottaviano Augusto, sabato 23 agosto, alle ore 21, all’interno del museo archeologico provinciale “F. Ribezzo” (MapRi), nella sala dedicata al porto, si terrà un incontro tematico dal titolo “Cesare Ottaviano Augusto, il primo imperatore di Roma”. L’’incontro si svolgerà nella cornice dell’iniziativa “Open Days” ed interverranno Giacomo Carito, la  Anna Cinti e Danny Vitale, che relazioneranno sull’importanza della città di Brindisi nel periodo romano e sui principali avvenimenti che legano la storia della “Brundisium romana” a quella dell’Impero. Antonio Caputo leggerà, poi, alcuni brani tratti da vari testi. L’evento prevede anche la presenza di figuranti in abito romano, lo svolgimento di laboratori didattici e visite guidate tematiche sulla “Brundisium romana”.

Considerato che Brindisi ha dedicato una statua al grande imperatore, e proprio per il suo passato di porto romano più importante per la Grecia e l'Oriente, dove peraltro morì il 21 settembre del 19 dopo Cristo il poeta Publio Virgilio Marone ammalatosi durante la traversata di ritorno dalla coste elleniche, la città avrebbe potuto dedicare una serie di iniziative connesse allìanniversario della morte di Cesare Ottaviano Augusto, avvenuta il 19 agosto del 14 avanti Cristo a Nola. Il punto di partenza? Il rapporto stretto stabilitosi tra Virgilio e Ottaviano Augusto, del quale il poeta sostenne la politica, ispirandosi in parte a lui anche per l'Eneide. Brindisi non fa parte del circuito delle città augustee, che stanno celebrando in maniera solenne i duemila anni dalla morte dell'imperatore, ma certamente avrebbe potuto allestire eventi di richiamo sul piano culturale per i turisti e gli stessi brindisini. Accontentiamoci delle mellonate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duemila anni dalla morte di Augusto: Brindisi ricorda solo con un incontro al museo

BrindisiReport è in caricamento