rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Forte odore di gas in città, centralina Arpa rileva un picco di benzene

Forte odore di gas in città avvertito soprattutto nei quartieri più vicini alla zona industriale. I vigili del fuoco non sono riusciti a trovare la causa, ma centraline Arpa rilevano alti valori di benzene e anidride solforosa. Disposto invio ispettori al petrolchimico. Esposto di Brindisi Bene Comune sulle torce

BRINDISI – Forte odore di gas in città, dopo mezzogiorno, avvertito soprattutto nei quartieri più vicini alla zona industriale. I vigili del fuoco hanno ricevuto una quarantina di chiamate ma non sono riusciti ad individuare le cause delle emissioni malgrado la perlustrazione svolta in città, ad eccezione di una piccola perdita alla rete gas in centro subito riparata dalla società di gestione. Secondo alcune fonti, l’origine sarebbe da individuare nell’area del petrolchimico di Brindisi, ed esattamente nell’impianto di cracking, ma dalla fabbrica hanno fatto sapere, sempre su richiesta dei vigili del fuoco, che è tutto sotto controllo. La Capitaneria di Porto invece ha escluso che possa essersi trattato di una perdita da una gasiera in partenza, su esplicita richiesta della nostra redazione.

Non risultano al momento perdite rilevanti dalla rete gas urbana (in tal caso, sarebbe stato l’odore del tracciante presente nel metano ad essere avvertito). Il petrolchimico - sempre in base a quanto riferitoci da una dirigente della Prefettura - non ha inoltrato comunicazioni all'Ufficio del Governo. Ma Arpa Puglia, comunque, sottolinea che nei giorni scorsi la centralina di monitoraggio di via Taranto ha registrato valori alti di benzene. Il valore orario del benzene registrato oggi dalla centralina del terminal passeggeri di Costa Morena è addirittura molto alto: 42 microgrammi per metro cubo di aria. Picchi di anidride solforosa sono stati registrati dalla centralina Asi.

La direzione dell’agenzia spiega inoltre che sia il benzene che l'anidride solforosa sono traccianti di inquinamento industriale. I valori delle emissioni dovute al traffico automobilistico, ha fatto sapere infine Arpa Puglia al BrindisiReport.it, è assolutamente nella norma. Il direttore generale Giorgio Assennato ha detto che sta disponendo l'invio di ispettori presso il petrolchimico consortile per una verifica sul posto della situazione. Arpa Puglia aggiunge che intanto i valori si vanno riducendo. Una relazione sarà inviata alla procura di Brindisi.

Il movimento Brindisi Bene Comune intanto ha consegnato ieri in questura un esposto sull'accensione delle torce del Petrolchimico, con  particolare riferimento all'ultimo evento del giorno 8 aprile. Sabato alle ore 11.30 presso la sede di Brindisi Bene  Comune è indetta una conferenza stampa “per esporre motivazioni e richieste presentate nell'esposto”. Proprio in questura nei giorni scorsi, a causa del forte odore di gas, è stato richiesto l’intervento di un tecnico per individuare una eventuale perdita. Ma è stato escluso quasi subito un problema alla rete di distribuzione del metano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forte odore di gas in città, centralina Arpa rileva un picco di benzene

BrindisiReport è in caricamento