Bollettini della tassa sui rifiuti in ritardo: meglio spostare data pagamento

Siamo alle solite. Come già avvenuto in altre circostanze, anche quest'anno non sono stati recapitati per tempo gli avvisi e i bollettini della Tari (tassa sui rifiuti) relativi all'anno 2014, la cui prima rata dovrebbe essere pagata entro il 30 giugno prossimo

BRINDISI - Siamo alle solite. Come già avvenuto  in altre circostanze, anche quest’anno  non sono stati recapitati per tempo  gli avvisi e i bollettini della Tari  ( tassa sui rifiuti) relativi all’anno 2014, la cui prima rata dovrebbe essere pagata entro il 30 giugno prossimo.

Infatti, allo stato attuale, a 10 giorni della scadenza della rata, nessun cittadino di Brindisi ha ancora  ricevuto i relativi avvisi e bollettini  di pagamento, forse  a causa della situazione di incertezza normativa,  che ha accompagnato l’attuale sistema di tassazione comunale.

Temo che questa storia possa esporre i  cittadini,  che sono in attesa del ricevimento degli avvisi,  all’applicazione indiscriminata della sanzione per ritardato pagamento,  che li costringerebbe ad un fastidioso contenzioso del quale non sentono il bisogno, perché vogliono pagare possibilmente meno, quantomeno in modo commisurato alla propria produzione di rifiuti,e nei giusti termini, senza affanno e senza problemi.

Non credo che si possa scaricare sui cittadini la responsabilità e i fastidi derivanti dal ritardo maturato nella consegna  degli avvisi e dei bollettini, molti dei quali potrebbero essere recapitati dopo la scadenza del termine, come è già  avvenuto in passato.

Ritengo che l’amministrazione comunale anche per evitare i fastidi e  gli effetti dolorosi di una eventuale calca presso gli uffici del concessionario o del settore tributi del comune o degli uffici postali, come segno di considerazione delle difficoltà alle quali può esporre i cittadini a causa di questo  ritardo,  debba differire adeguatamente la data di pagamento della prima rata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Coronavirus: primo caso positivo al test in Puglia

  • Paziente Torricella, positivi due "contatti stretti". Screening sui passeggeri

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

Torna su
BrindisiReport è in caricamento