rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Abusi su minori: il parroco si dimette dopo incontro con l'arcivescovo

Il parroco della chiesa di Santa Lucia questa mattina ha rassegnato le dimissioni dall'incarico nelle mani dell'arcivescovo Domenico Caliando, che le ha accettate. La motivazione ufficiale della decisione è quella dell'esigenza di poter affrontare in maniera più libera il procedimento in corso

BRINDISI - Il parroco della chiesa di Santa Lucia questa mattina ha rassegnato le dimissioni dall'incarico nelle mani dell'arcivescovo Domenico Caliando, che le ha accettate. La motivazione ufficiale della decisione è quella dell'esigenza di poter affrontare in maniera più libera il procedimento in corso, che ha visto il sacerdote destinatario di un provvedimento di perquisizione eseguito dai carabinieri del Reparto operativo provinciale nella giornata di mercoledì, su ordine del pm Giuseppe De Nozza, con l'acquisizione anche del computer e di altri supporti informatici in uso al parroco. L'ipotesi di reato è quella di abusi sessuali su minori.

Le dimissioni sono state rassegnate al termine di un colloquio di cui non si conoscono i contenuti, quindi non è dato sapere se il sacerdote abbia ammesso col suo vescovo la fondatezza delle accuse, o se abbia ribadito la propria estraneità ad ogni ipotesi di abuso. Di questo non fa alcun cenno nella nota diramata oggi pomeriggio dalla Curia brindisina. "L’Arcivescovo ha accettato le dimissioni, riservandosi nei prossimi giorni di assumere tutte le decisioni del caso per assicurare una nuova guida alla comunità ecclesiale di quella parrocchia", si legge nel comunicato.

Per la stessa mattinata era già convocato il consiglio presbiterale diocesano, e monsignor Caliandro prima di trattare l’ordine del giorno stabilito in precedenza, "ha informato i presenti  sugli sviluppi di questa vicenda, specificando  che da quando ha assunto la guida della diocesi non gli era pervenuta nessuna denuncia riguardo i fatti su cui si sta indagando. Infine ha nuovamente invitato alla preghiera e all’impegno l’intera comunità diocesana perché il male non prevalga e  le comunità cristiane,  in cui vi sono tanti sacerdoti generosi e ammirevoli, proseguano con perseveranza il loro cammino".

L'ormai ex parroco della chiesa di Santa Lucia, che stamani era vuota, è difeso dall'avvocato Roberto Cavalera. Le parti lese individuate dagli investigatori sino a questa mattina, vale a dire per la maggior parte genitori dei minorenni coinvolti, non avevano ancora perfezionato l'atto di denuncia. Gli investigatori dell'Arma stanno cercando anche altre possibili vittime di quessta vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi su minori: il parroco si dimette dopo incontro con l'arcivescovo

BrindisiReport è in caricamento