menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ti faccio andare sotto terra": arresto per violenza ai genitori

Ordinanza di custodia cautelare in carcere per un 31enne di Francavilla Fontana: è accusato di estorsione e minaccia nei confronti di padre e madre per 15 anni. I due hanno denunciato il figlio che pretendeva denaro. Il papà ha avuto un ictus. La madre, in un'occasione, costretta a chiudersi in bagno

FRANCAVILLA FONTANA - "Con un pugno ti faccio andare sotto terra, vi faccio volare giù dal bancone": madre e padre di un uomo di 31 anni hanno trovato il coraggio di denunciare il figlio raccontando 15 anni di violenze e minacce, accuse per le quali è stato disposto l'arresto in carcere. Il figlio, quel ragazzo, il più giovane, che avevano cercato più volte di educare, è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale del capoluogo.

Il provvedimento è stato notificato ed eseguito dai carabinieri di Francavilla Fontana, i primi ai quali i genitori si sono rivolti dando il via alle indagini svolte dai militari al comando del capitano Nicola Maggio e del tenente Roberto Rampino. Il giudice per le indagini preliminari Tea Verderosa ha ricostruito una serie di episodi di violenza, partiti nel 2001, e ha contestato anche l'estorsione: "schiaffi, pugni, spintoni e minacce per ottenere danaro", si legge. "In una circostanza la madre si era rifugiata in bagno per non essere picchiata ma il ragazzo era riuscito a rompere una finestrella a pugni. Aveva anche sottratto i monili in oro dei genitori per poi rivenderli e comprare bevande alcoliche".  

"Il figlio pretendeva somme di denaro quotidianamente, usciva al mattino attorno alle 5 senza indicare dove andava. La situazione era diventata insostenibile nel mese di gennaio 2016, quando il padre aveva avuto un icuts, dopo l'ennesimo comportamento ingiurioso e minatorio del figlio": venti-trenta euro ogni volta, stando all'accusa, nonostante i genitori fossero pensionati con pensione complessiva esigua. Tre anni prima della denuncia, la madre era stata spinta per terra e colpita con calci. L'aggressione del figlio le aveva procurato un'infenzione alla gamba sinistra di cui portava ancora la cicratrice. In un'altra occasione aveva rubato alcuni monili in oro per venderli.

Le indagini hanno portato a galla anche un'aggressione ai danni del fratello con un coltello da cucina. Oltre ai gravi indizi, il gip ha evidenziato le esigenze cautelari sostenendo che è "altamente probabile che possa perseverare nelle condotte minatori e violente ai danni dei genitori vittime di estorsione e minaccia reiterata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento