menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartelloni pubblicitari, no ad oltre cento impianti. Via ai ricorsi

Il Comune blocca la società Every Way di Conversano: dopo il Tar, azione al Consiglio di Stato

BRINDISI – Oltre cento cartelli pubblicitari sono alla base del contenzioso amministrativo nel quale parte in causa è il Comune di Brindisi: l’Ente ha detto no alle autorizzazioni chieste dalla società Every Way di Conversano per l’installazione di 106 impianti bifacciali di un metro e 40 per due. E la srl ha adito prima il Tar, ora il Consiglio di Stato.

La società chiedeva e insiste per ottenere l’annullamento, previa sospensiva, del provvedimento dell’Amministrazione comunale, firmato dal dirigente del settore Lavori Pubblici, riguardante la sistemazione dei cartelli, e del piano generale degli impianti pubblicitari che risale niente di meno che al 2004.

L’Ente si è costituito in giudizio con i legali interni dinanzi al Tar di Lecce: i giudici hanno respinto l’istanza della società dichiarandolo parzialmente inammissibile. Da qui il ricorso, sul quale si pronunceranno i magistrati del Consiglio di Stato. Anche in questo caso, il Comune sarà rappresentato dalle avvocatesse del Palazzo, Monica Canepa ed Emanuela Guarino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento