rotate-mobile
Cronaca Ceglie Messapica

Pressing della polizia sulle località turistiche: Ceglie passata al setaccio

Pressing della polizia su Ceglie Messapica, nell'ambito di una strategia operativa che vede al centro la tutela della sicurezza in un vasto e densamente frequentato territorio turistico che comprende anche Cisternino e Ostuni

CEGLIE MESSAPICA – Pressing della polizia su Ceglie Messapica, nell’ambito di una strategia operativa che vede al centro la tutela della sicurezza in un vasto e densamente frequentato territorio turistico che comprende anche Cisternino e Ostuni, ed in campo lo stesso commissariato della Città Bianca con il supporto prezioso di unità del Reparto prevenzione crimine di Lecce, che ha inviato pattuglie su richiesta del questore di Brindisi, Roberto Gentile.

A Ceglie Messapica i servizi erano cominciati già alcuni giorni fa. Obiettivo, scoraggiare i reati predatori nelle campagne e nel centro abitato, ma anche contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Episodio clou, l’irruzione nella prima serata di venerdì da parte del personale coordinato dai vicequestori Francesco Angiuli e Nara Adinolfi, dirigenti rispettivamente del commissariato di Ostuni e del Reparto prevenzione crimine di Lecce, in un circolo ricreativo nel centro storico della città collinare, frequentato anche da pregiudicati.

In base alle osservazioni condotte in precedenza, vi era il fondato sospetto che nel locale circolasse droga, elemento-base di alcuni episodi di scontri tra giovani registrati dalla polizia nella fase investigativa. E infatti i poliziotti che hanno effettuato la perquisizione hanno sorpreso nel bagno del circolo il 19enne incensurato D.R. mentre cedeva una dose di coca ad uno dei clienti. Purtroppo il giovane è stato veloce nello sbarazzarsi del resto della cocaina che stava confezionando in “birilli”, gettandola quasi tutta nel water. La polizia ha potuto recuperarne solo 3 grammi sul pavimento del bagno, assieme al materiale per la preparazione delle dosi.

Altro materiale per preparare le dosi di droga è stato rinvenuto a casa di D.R. , il quale tuttavia su decisione del pm di turno è stato solo denunciato a piede libero. Nel corso del controllo nel circolo ricreativo, sono state identificate 35 persone. Ma nei giorni precedenti le pattuglie del commissariato di Ostuni e del  Nucleo prevenzione crimine di Lecce hanno effettuato a Ceglie Messapica anche controlli su strada e neu negozi, soprattutto “compro oro”, bar e circoli ricreativi, con 106 verbali per violazioni al codice della strada o irregolarità amministrative nei negozi, quattro auto sequestrate, 304 persone identificate delle quali 87 con precedenti penali.

Hanno ricevuto la visita della polizia in casa anche una serie di soggetti sospetti, destinatari di perquisizioni domiciliari, garage inclusi, sia nel centro abitato che nelle contrade. La polizia fa sapere di aver rinvenuto materiale “interessante” dal punto di vista investigativo. Non bisogna dimenticare che Ceglie Messapica è stata anche al centro di rinvenimenti importanti di quantitativi di sostanze stupefacenti, confermando un ruolo tutt’altro che secondario nel traffico di droga nella zona. Già cominciata, intanto, una attività analoga nel territorio di Cisternino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pressing della polizia sulle località turistiche: Ceglie passata al setaccio

BrindisiReport è in caricamento