Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Dissesto idrogeologico, cinque milioni per Canale Patri

Unico intervento a Brindisi inserito nell'elenco dei 19 approvati dalla Regione Puglia, con delibera, per "mitigare il rischio idraulico e la difesa del suolo". La notizia lanciata da Emiliano su Facebook

BRINDISI – Cinque milioni di euro per finanziare interventi in grado di superare il dissesto idrogeologico che continua a segnare i terreni attraversati dal Canale Patri: il sito di Brindisi è stato inserito nell’elenco approvato dalla Regione Puglia a fronte di un finanziamento complessivo di oltre ottanta milioni di euro.

La conferenza stampa di fine anno di Michele Emiliano-2Il Canale Patri è l’unico sito della provincia di Brindisi preso in considerazione dalla Giunta regionale che ha deliberato il piano delle azioni per la “mitigazione del rischio idraulico e la difesa del suolo” ieri pomeriggio e a darne notizia è stato lo stesso governatore Michele Emiliano, pubblicando un post su Facebook.

Il programma è stato deliberato su proposta dell’assessore Giovanni Giannini e rappresenta la prosecuzione di quando approvato dall’esecutivo regionale di centrosinistra la scorsa primavera, più esattamente il 19 aprile, quando venne dato il via libera a un primo programma di interventi cantierabili per la difesa del suolo, finanziati con le risorse vincolate del Por Puglia 2014-2020.

In questa prima tranche gli interventi ammessi al finanziamento sono 68 per oltre 112 milioni di euro, mentre l’elenco approvato ieri si riferisce a 19 linee di interventi per i quali sono disponibili i fondi del Por  Puglia 2014-2010 Asse V azione 5.1 per l’”Adattamento al cambiamento climatico, prevenzione e gestione dei rischi”.

La lista comprende i seguenti interventi: per il Comune di Cavallino opere di mitigazione del rischio idrogeologico delle aree di compluvio presso il limite comunale tra Cavallino e Lizzanello, nel Leccese, per sei milioni e 800mila euro; a Peschici, in provincia di Foggia, messa in sicurezza contro le inondazioni della Piana di Peschici, sul canale Calena (II lotto) per quattro milioni e 800mila; comune di Aradeo sistemazione idraulica e mitigazione del rischio idrogeologico primo stralcio per tre milioni e 750mila euro; comune di Ruffano nel Leccese mitigazione del rischio idrogeologico primo stralcio per cinque milioni di euro.

Ancora interventi nel comune di Crispiano nel Tarantino mitigazione del rischio idrogeologico  per cinque milioni di euro; comune di Corato, in provincia di Bari, salvaguardia idraulica dell’abitato IV stralcio per un milione e mezzo di euro; comune di Grumo Appula in Barese messa in sicurezza dell’area residenziale Villaggio Quadrifoglio per quattro milioni di euro; quindi l’intervento per a Brindisi per la mitigazione del rischio idraulico nei territori attraversati dal canale Patri per cinque milioni di euro.

In elenco anche interventi nel comune di Copertino per la riduzione del rischio idrogeologico e idraulico nella zona di Sant’Isidoro per cinque milioni di euro; nel comune di Vieste, in provincia di Foggia, lavori di sistemazione idraulica del canale La Teglia II stralcio per tre milioni e 676mila euro; comune di Lequile intervento di mitigazione del dissesto idrogeologico per un milione e 350mila euro; comune di Castellaneta nel Tarantino lavori di sistemazione idraulica del fiume Lato I stralcio per quattro milioni di euro.

La lista comprende anche i seguenti interventi: per il comune di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, quattro milioni e 900mila euro, da destinare alla mitigazione del rischio idraulico; per Galatone, nel Leccese, sistemazione idraulica di contrada Vese per cinque milioni di euro; nel comune di Vico del Gargano, in provincia di Foggia, messa in sicurezza del torrente Calenella per cinque milioni di euro; nel comune di Acquaviva delle Fonti, nel Barese, mitigazione del rischio idraulico di lama Torre Cimarosa per cinque milioni di euro; nel comune di Carosino, in provincia di Taranto, opere di mitigazione del rischio idraulico per due milioni e 166.976 euro; nel comune di Maruggio, nel Tarantino, sistemazione idraulica per tre milioni e 200mila euro e infine a Toritto nel Barese realizzazione di opere di mitigazione del rischio idraulico connesso alla lama est per cinque milioni di euro.

L’ammontare complessivo del finanziamento disponibile è di 80 milioni e 142.976 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto idrogeologico, cinque milioni per Canale Patri

BrindisiReport è in caricamento