Cronaca

“Noi della Scu al ristorante non pagavamo il conto”

“Ci andavamo dopo le riunioni, ma non avevamo soldi”. Il retroscena dai verbali di Cosimo Guarini, pentito dopo l’uscita di scena di Ercole Penna

BRINDISI – “Nell’estate del 2011 è capitato di esserci recati presso il ristorante chiamato ….per mangiare e in tali occasioni non abbiamo pagato il conto perché non avevano soldi”.

Quelli della Sacra Corona Unita avrebbero mangiato anche a scrocco dopo le riunioni per parlare di affari non leciti, per lo meno secondo quando sostiene Cosimo Guarini in uno dei verbali resi nel periodo delle dichiarazioni, diventato solo oggi parzialmente leggibile nella parte in cui il pentito ha indicato gli affiliati ai mesagnesi.

Il verbale dal quale emerge il retroscena è del 6 luglio 2012, quando Guarini risponde alle domande dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Lecce, gli stessi che hanno ascoltato Ercole Penna, il primo a rompere il muro dei segreti della Scu. Ed è lungo il solco tracciato da Penna che si inserisce Guarini.

Con riferimento agli incontri avvenuti durante i mesi dell’estate ormai di cinque anni fa, ecco cosa racconta il collaboratore di giustizia: “Prima di andare a mangiare al ristorante (di cui ha fatto il nome, ndr) anticipavo personalmente al titolare che conosco solo di vista, il nostro arrivo specificandogli che però non possedevamo il denaro per pagare”, si legge. “L’uomo mi diceva che saremmo potuti ugualmente andare a mangiare e di non preoccuparci del conto”.

Avrebbero, quindi, mangiato gratis. Chi? Lui e altre persone. Al momento nel verbale sono stati scoperti i nomi di “Luigi Campana, detto Gigi, Vito Stano ed Emanuele Guarini”, che Penna fece per primo indicandoli come ragazzi di recente affiliati.

Guarini ha poi precisato: “Per quanto è a mia conoscenza, gli attuali gestori del ristorante che so essere imparentati con ….(anche in questo caso c’è il nome di un uomo, ndr) non hanno mai ricevuto richieste di natura estorsiva, quanto meno da parte del mio gruppo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Noi della Scu al ristorante non pagavamo il conto”

BrindisiReport è in caricamento