Cronaca Ostuni

Inseguimento sulla 379: fermati due brindisini

La corsa all'altezza dello svincolo per Torre Pozzelle. Denunciati per possesso di arnesi da scasso e per minacce resistenza a pubblico ufficiale: hanno inveito contro i poliziotti di Ostuni. Sequestrata l'auto: priva di assicurazione e conducente senza patente

OSTUNI – Inseguimento nella notte sulla 379, in direzione di Ostuni, all’altezza dello svincolo per Torre Pozzelle: due brindisini sono stati fermati dai poliziotti di Ostuni che li hanno denunciati dopo aver scoperto che nell’auto c’erano arnesi solitamente usati per lo scasso, come spadini e martelli.

attrezzi1-2I due, V.C. 44 anni, e G.P., 42 anni, entrambi nati a Brindisi e già conosciuti agli uomini delle forze dell’ordine per via dei precedenti, devono rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale perché una volta portati negli uffici del Commissariato della Città Bianca hanno inveito e minacciato gli agenti.

La pattuglia in servizio sulla complanare ha notato che nonostante il buio, il conducente dell’auto che percorreva la strada statale aveva il capellino con visiera quasi del tutto abbassata sul voto, alla vista dei poliziotti. Dettaglio che ha incuriosito i poliziotti i quali hanno intimato l’Alt. Ma l’auto è partita a velocità sostenuta. Da qui la corsa e l’inseguimento durante il quale il passeggero dell’auto ha lanciato dal finestrino qualcosa: un cacciavite di grandi dimensioni, si è poi scoperto.

L’auto è stata fermata, i due sono stati identificati e sono state poste in essere perquisizioni che hanno permesso di recuperare arnesi da scasso, usati dai cosiddetti topi d’appartamento o auto perché servono per forzare le serrature: guanti,  alcuni spadini, un martello con doppia estremità, una piatta e una arrotondata. I brindisini non hanno saputo fornire spiegazioni e hanno minacciato i poliziotti.

L’utilitaria utilizzata per la fuga è stata posta sotto sequestro perché  sprovvista di copertura assicurativa e il conducente era senza patente di guida.

A carico di entrambi è stata avanzata al questore di Brindisi proposta di applicazione del foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel Comune di Ostuni per almeno tre anni.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento sulla 379: fermati due brindisini

BrindisiReport è in caricamento