menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Brindisi, ecco tutti gli stipendi dei dirigenti

In testa il segretario generale Paola Giacovazzo: 166mila euro lordi l’anno, a seguire Del Citerna, già vice, con 154mila e Roma, ex capo di Gabinetto, con 141mila. In coda Lacinio, alla guida dell’Urbanistica, con 81mila. Mancano i dati di Padula

BRINDISI – Trasparente il Comune di Brindisi sul fronte degli stipendi dei dirigenti, per la gioia (?) dei curiosi, di quanti non fanno che chiedere: “Ma quando guadagnano i funzionari del Palazzo?”. Basta affacciarsi in quel Palazzo per ottenere risposta e conoscere gli stipendi dei dirigenti avendo accesso ai contratti individuali, così come ha fatto BrindisiReport: su dieci, nove sono stati pubblicati. Mancano i dati che si riferiscono al trattamento economico di Gaetano Padula, responsabile del settore Ecologia e direttore tecnico della società Energeko Gas Italia, partecipata del Comune.

 Il gradino più alto spetta a una donna, Paola Giacovazzo (nella foto)paola_giacovazzo-2, segretario generale con 166.592 euro e 59 centesimi. Nel curriculum del dirigente più alto in carica dell’Amministrazione cittadina, non c’è alcuna declinazione in rosa a differenza di quanto accade per sindaco e assessori, diventati anche negli atti ufficiali sindaca e assessora.

La somma che porta in vetta alla classifica il segretario è il risultato di quattro addendi: in primo luogo lo “stipendio tabellare” che costituisce il punto di partenza per tutti i dirigenti ed è pari a 43.355,24 euro, poi c’è la “posizione di parte fissa” in questo casi uguale a 35.971,38, quindi la “posizione di parte variabile” per 41.054,78 euro e infine “altri emolumenti” per 46.207,19 euro (non c’è altra indicazione).

In questa classifica, stilata in base agli stipendi, il gradino numero due spetta a Costantino Del Citerna, attuale dirigente del settore Affari Generali, già vice segretario e dirigente a tempo determinato ad interim del settore Ufficio Consiglio comunale: la somma complessiva, lorda annua, è pari a 154.575,21 euro, risultato di cinque componenti. In aggiunta al tabellare, ci sono la parte fissa pari a 51.602,85 più quella variabile di 25.822,81 più la retribuzione di risultato uguale a 27.980,38 e infine altri emolumenti per 5.543,51 euro.

nicola zizzi-3Il gradino più basso del podio spetta ad Angelo Roma, ex capo di Gabinetto del sindaco: 141.587,43 euro è la somma indicata come totale annuo lordo per il dirigente che attualmente è vice segretario generale alla guida dell’Ufficio del Consiglio comunale e dei settori Turismo, Teatro, Cultura, Beni Monumentali nonché vice presidente del Consorzio di Torre Guaceto. Per Roma, in aggiunta allo stipendio tabellare ci sono tre componenti: quella fissa per 44.069,87 euro, quella variabile per 25.821,81 e la retribuzione di risultato per 28.069,09.

In quarta posizione, sempre over centomila, c’è l’attuale capo di Gabinetto della sindaca Angela Carluccio, Nicola Zizzi (nella foto): 128.105,76 euro lordi l’anno per il dirigente rimasto a capo della ripartizione Attività produttive e del settore Risorse Umane. Allo stipendio tabellare, sono stati aggiunti: la posizione di parte fissa per 43.037,02 più quella di risultato per 41.443,08.

Scendendo di un gradino, si incontra il comandante dei vigili urbani, Teodoro Nigro, al momento responsabile anche dei settori Traffico e Patrimonio e Casa: 119.231, 74 euro lordi l’anno. Tre voci sono state conteggiate in aggiunta alla base del tabellare: posizione di parte fissa pari a 44.069,87 più la retribuzione di risultato per 30.100,02 e altri emolumenti per 1.436,19 euro (in basso Nigro e Del Citerna).

costantino del citerna e teodoro nigro-3Sesta posizione per Tommaso Primo Gagliani, dirigente del settore Servizi demografici: 117.216,11 euro. Al tabellare, sono stati aggiunti la parte fissa per 43.553,38, la retribuzione di risultato per 29.033,47 e altri emolumenti per 1.003,60. A seguire l’altra donna dirigente del Comune di Brindisi, Mirella Destino, responsabile del settore Tributi: 110.143,25 euro. In tal caso, il conteggio ha tenuto conto, in aggiunta al tabellare pari a 42.865,07, della parte fissa per 41.989,93 più la retribuzione di risultato per 24.082,92 e altri emolumenti pari a 1.205,33.

Si scende al di sotto dei centomila euro con la posizione numero otto occupata da Francesco Trane, capo dell’ufficio Legale del Comune, impegnato anche come amministratore unico della partecipata Multiservizi, di cui l’Amministrazione è socio unico: lo stipendio annuo loro ammonta a 82.729,80 euro. L’importo è la sommatoria dei seguenti addendi: tabellare pari a 43.625,66, parte fissa per 36.919,12 e altro per 2.185,02.

fabio lacinio-2In nona posizione, Fabio Lacinio (nella foto accanto), attuale dirigente della Ripartizione Urbanistica, con stipendio annuo lordo pari a 81.360,21 euro. In tal caso, lo stipendio tabellare è uguale a 37.236,02, poi c’è la parte fissa per 36.919,12 e ci sono altri emolumenti per 7.205,07 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento