rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Estorsione e minacce a un intermediario finanziario: chiesto il processo

Imputato Nicola De Vitis, 52 anni, di Brindisi, ai domiciliari dopo essere stato arrestato in flagranza dagli agenti della Mobile il 3 marzo scorso

BRINDISI – Estorsione e minacce a un intermediario finanziario di Brindisi: la duplice accusa è stata mossa nei confronti di Nicola De Vitis, 52 anni, residente in città, per il quale il pubblico ministero ha chiesto il processo, a conclusione delle indagini avviate dalla denuncia del professionista.

L’imputato è ristretto ai domiciliari dopo essere stato arrestato in flagranza di reato dagli agenti della Squadra Mobile di Brindisi lo scorso 3 marzo. Secondo il sostituto procuratore gli elementi raccolti a carico di De Vitis sono tali da sostenere il dibattimento e per questo è stato chiesto il rinvio al giudizio del Tribunale, sul quale si esprimerà il giudice per le l’udienza preliminare.

In quella sede i difensori Giuseppe Guastella e Livio Di Noi del foro di Brindisi avranno modo di replicare. Nel caso in cui il gup dovesse accogliere la richiesta del pm, i penalisti potranno formulare istanza per l’ammissione a riti alternativi al processo ordinario.

Stando all’imputazione, De Vitis avrebbe minacciato più volte l’intermediario finanziario che conosceva perché in passato aveva ottenuto un prestito. Avrebbe chiesto un secondo mutuo, ma in questa circostanza non avrebbe ottenuto risposta positiva non essendoci state le garanzie previste. Da qui il pressing di De Vitis condito da minacce che secondo l’accusa sarebbe stato indirizzato anche ai genitori del professionista, bersagliati da una serie di telefonate.

L’imputato avrebbe continuato a pretendere la somma di denaro e avrebbe poi chiesto l’auto dell’intermediario finanziario il quale, alla fine, ha deciso di denunciare tutto ai poliziotti della Mobile, diretti dal vice questore aggiunto Antonio Sfameni. Per incastrare l’autore delle richieste qualificate come estorsione, i poliziotti hanno fatto concordare luogo, giorno e orario per la consegna del denaro e si sono presentati per arrestarlo. De Vitis, nel frattempo, ha ottenuto i domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione e minacce a un intermediario finanziario: chiesto il processo

BrindisiReport è in caricamento