rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Festa patronale, 37mila euro per la security: “Profilo di rischio elevato”

Domani, sabato, livello di attenzione massima: “La zona più vulnerabile compresa tra piazza Vittorio Emanuele e piazzale Lenio Flacco”

BRINDISI – Luminarie pronte per l’accensione, attesa per i messaggi del vescovo e del commissario alla città e per lo spettacolo dei fuochi d’artificio. Tutto concentrato nel pomeriggio e nella serata di domani, sabato, quando il livello di attenzione  - sul piano della security – sarà massimo, partendo dalla zona compresa “tra piazza Vittorio Emanuele e piazzale Lenio Flacco”, qualificata come area “più vulnerabile”.

Il capitolo sicurezza che renderà la festa patronale in onore di san Lorenzo e san Teodoro blindata come mai prima, ha un costo: 37.210 euro, tutto a carico del bilancio del Comune di Brindisi, stando a quanto si legge nella relazione di accompagnamento al “Modello di gestione della security e della protezione”, stilato dall’ingegnere Antonio Colucci, per conto del comitato organizzatore presieduto, per l’ultimo anno, da don Adriano Miglietta (in procinto di raggiungere Locorotondo).

“L’affollamento dell’intera manifestazione nella sera del sabato 2 settembre, considerate tutte le aree urbane con presenza di spettatori, quindi anche quelle escluse dall’organizzazione dell’evento, come il rione Casale, stimato con dati storici delle edizioni precedenti e variabili con le condizioni meteo, è tra le 10mila e le 30mila persone”, si legge.

Il quadro economico di spesa parte dalla previsione del servizio di vigilanza antincendio, con due presidi dei vigili del fuoco e uso dei mezzi, per 1.500 euro, poi ci sono i costi per quattro ambulanze medicalizzate per 2.100 euro; il noleggio di un autocarro a cassone fisso con gru da due tonnellate compreso di autista e manovale per le operazioni di carico e scarico di barriere antisfondamento fornite dall’Autorità portuale per 500 euro. Nell’elenco anche il noleggio di recinzioni in grigliato da cantiere per realizzare corsi di emergenze per mezzi di soccorso, lato banchina, per 2.500 euro; fornitura di cartellonistica di sicurezza per venti cartelli, duemila euro; fornitura di venti lampade tipo stradale e da cantiere per 300 euro; un responsabile per il coordinamento e cinque manovali per due giorni di lavoro, duemila euro.

Il noleggio di due droni dotati di gps e telecamere con operatore qualificato costerà 800 euro. Altre voci di costo sono legati alla presenza di 80 “addetti alla sicurezza” per 6.800 euro; fornitura di un “sistema di comunicazione audio per avvisi agli utenti a copertura di tutta l’area di via del Mare”, per 1.500 euro; noleggio di venti bagni chimici per 2.500 euro; servizio bus navetta per parcheggi pubblici per tremila euro. Cinquemila euro, infine, sono stati conteggiati come imprevisti. Il sistema di security andrà a regime a partire da questa sera, in coincidenza con la processione della statua equestre di San Teodoro da piazza Duomo sino in piazza del popolo, con sosta davanti al Comune per il primo saluto del commissario prefettizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa patronale, 37mila euro per la security: “Profilo di rischio elevato”

BrindisiReport è in caricamento