menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'hair stylist di Brindisi a Parigi per la sfilata di moda al Louvre

L'hair stylist di Brindisi a Parigi per la sfilata di moda al Louvre

Hair stylist di Brindisi vola a Parigi per la sfilata al Louvre

Capellimania di Marilù Ferente, ha curato le acconciature per il defilé la Mode habille la paix nel Museo di arti decorative

BRINDISI – Ispirazione botticelliana per le acconciature delle top model che hanno sfilato al Louvre di Parigi. Tutto firmato da Capellimania dell’hair stylist di Brindisi Marilù Ferente, in occasione dell’appuntamento con il defilé la Mode habille la paix, protagonista al Museo delle Arti decorative della capitale francese.

staff capellimania-2

La brindisina, con il suo staff di collaboratori (nella foto in alto) è stata scelta per curare tutte le acconciature delle modelle protagoniste della sfilata andata in scena lo scorso 26 settembre, nell’ambito dell’evento organizzato da African Fashion Gate, con il patrocinio del ministero della Cultura e della Comunicazione del Senegal, della presidenza del Consiglio dei ministri Italiano e del presidente del Parlamento Europeo.

“E’ stata una bellissima esperienza professionale”, dice Marilù Ferente di ritorno da Parigi. L’evento si è svolto dopo la settimana della moda di Milano, a cui farà seguito la week a Londra. “In passerella hanno sfilato gli abiti di stiliti provenienti da Dubai, Napoli, Lecce, Dakar, Roma, ispirati alla donna di oggi”. Le sue acconciature, quelle che l’hair stylist per conto di Capellimania ha realizzato, sono state concepite per gli abiti confezionati per l’occasione.

marilù a parigi-2

“Il tema principale, come comune denominatore, è stato la Venere di Botticelli”, spiega Marilù Ferente, salone avviato cinque anni fa, a Brindisi, quartiere Santa Chiara, e tutor dell'accademia di Capellimania. “Da questa idea abbiamo realizzato acconciature less chic, tra romanticismo e attualità, che esprimono il temperamento della donna di oggi evidenziato negli abiti”, racconta. “Per le altre creazioni degli stilisti, invece, abbiamo scelto un look diverso: si tratta del boho chic, con capelli sciolti ai quali abbiamo dato movimento naturale”.

682-2

“Il defilé è stato concepito con l’obiettivo di favorire lo sviluppo socio-culturale dell’Africa Occidentale nel settore della moda”, ricorda Marilù Ferente. “E’ stata l’occasione per confrontarsi e conoscere culture diverse, per un tuffo nel mondo della moda e delle top.

Tra le collezioni che hanno sfilato, Empresa, Cerrone, Saliou Dia, Eghons, Canella Hostal, Vincenzo Pisciotta, Enox, nomi ai quali è stato aggiunto quello dell’emergente Riccardo Cappelli scoperto durante una sfilata in Puglia da Nicola Paparusso, segretario generale di African Fashion Gate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento