Cronaca

"Laboratorio urbano, 190mila euro per finanziare poco o quasi nulla"

I consiglieri comunali di opposizione, Riccardo Rossi e Giuseppe Cellie: "Importo spropositato a fronte di attività richieste del valore di 30mila euro". Chiesto il ritiro o la rettifica

BRINDISI - "Il bando urbano di Tuturano  per 190mila euro non contiene alcuna indicazione di quel che serve, è generico e va rivisto o annullato": arriva dai consiglieri di opposizione del gruppo Brindisi Smart, Riccardo Rossi e Giuseppe Cellie, l'ultimo appunto sull'Amministrazione Carluccio, secondo i quali la somma sarebbe destinata a finanziare "poco o quasi nulla" nella frazione alle porte di Brindisi.

Riccardo Rossi-7"Siamo veramente perplessi dal bando di gara che il comune di Brindisi ha  pubblicato il 12 settembre  in Gazzetta Ufficiale  per attività di servizi materiali ed immateriali per il completamento del Laboratorio Urbano partecipato di Tuturano  con base d’asta di 190mila euro e completamento delle attività entro il 31 dicembre 2016, salvo proroghe concesse dalla regione Puglia", si legge nella nota dei due consiglieri. "La nostra perplessità nasce dalla lettura del disciplinare di gara e del relativo capitolato tecnico nel quale vengono molto genericamente definite le attività da svolgere ed i beni da fornire", spiegano.

"Per la parte materiale viene chiesto per l’immobile già ristrutturato dal Comune  “ un allestimento minimo con Pc, Tavoli e sedie” senza meglio specificare quanti ne servono. Per la parte immateriale invece viene chiesto di organizzare alcuni incontri con i cittadini  nel Laboratorio Urbano e nei principali luoghi della città al fine di favorire realmente la connessione materiale, sociale e culturale. Anche in questo caso senza meglio definire quanti incontri e specificare quali attività realizzare", proseguono.

"L’ultima richiesta è relativa ad un piano di comunicazione che prevede la realizzazione di un sito web, dei programmi web radio ed e-brochure, quanti non è dato sapere, e poi a scelta o due conferenze stampa o due comunicati stampa per la diffusione locale. Infine una conferenza finale con un documento di sintesi delle attività svolte".

"Tutte queste attività,  materiali ed immateriali, descritte in modo molto generico, sono quindi messe a gara con un importo di  190mila euro, soldi rivenienti da fondi europei . Un importo che ci sembra  spropositato per le attività richieste, che difficilmente possono valere più di trentamila  euro, anche perché tali attività dovrebbero realizzarsi in soli due mesi entro il 31 dicembre. Chiediamo quindi alla Sindaca di ritirare il bando o definire una rettifica allo stesso  definendo un capitolato appropriato, e non generico, le cui richieste siano appropriate ai 190mila euro della base d’asta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Laboratorio urbano, 190mila euro per finanziare poco o quasi nulla"

BrindisiReport è in caricamento