Cronaca

Comune di Brindisi, dipendenti in stato agitazione

"Ad ottobre hanno promesso le progressioni sindacali, ma ancora niente". Oggi assemblea nel salone Marino Marino Guadalupi. Relazioni sindacali interrotte

Palazzo di città: dipendenti in stato di agitazione

BRINDISI – Relazioni sindacali interrotte da quattro mesi al Comune di Brindisi e dipendenti in stato di agitazione che oggi si riuniscono in assemblea. Il motivo? Le progressioni orizzontali, di cui si sono perse le tracce perché non sono state ancora varate, nonostante la disponibilità dei fondi.

L’appuntamento è alle 11 nel salone di rappresentanza Mario Marino Guadalupi, stando all’invito che ieri è stato diffuso dai segretari provinciali delle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, Funzione Pubblica.

La vertenza va avanti dal 5 ottobre 2015, stando alla nota firmata dai rappresentanti dei lavoratori: “In sede di delegazione trattante è stato chiesto alla parte pubblica l’applicazione dell’istituto della progressione orizzontale, come priorità contrattuale, a partire da dicembre”, si legge nel testo. “L’istanza riguarda la maggior parte del personale dell’Amministrazione comunale di Brindisi”.

Cosa è successo, nel frattempo? “E’ stata verificata la disponibilità delle risorse destinate allo scopo, il Comune ha dichiarato la propria disponibilità ma ad oggi non è stato fatto niente”, sostengono e scrivono i sindacalisti. “Nonostante gli impegni assunti, non è stata avviata alcuna attività in questa direzione: non è possibile aspettare indefinitamente le decisioni dell’Ente, per questo nel corso dell’assemblea saranno definite le scelte da intraprendere”.



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Brindisi, dipendenti in stato agitazione

BrindisiReport è in caricamento