Cronaca

Natale a Brindisi, i negozianti comprano piante che poi regaleranno al Comune

Lettera alla sindaca di 66 commercianti: “Iniziativa per valorizzare il Centro che manteniamo in vita con sacrifici, alla fine delle feste doneremo gli arbusti ad asili, scuole e strutture pubbliche”. Chiedono l’esonero dalla Tosap

BRINDISI – Di fronte ai centri commerciali esistenti e a quelli in arrivo, i negozianti del Centro di Brindisi resistono e seguendo il vecchio adagio secondo cui “l’unione fa la forza” hanno deciso di acquistare piante da addobbare per Natale che saranno sistemate all’ingresso dei punti vendita per lanciare due messaggi: uno vale come offensiva alla concorrenza degli ipermercati e l’altro è rivolto al Comune perché al termine del periodo di festa gli arbusti saranno donati all’Amministrazione.

L’iniziativa è di 66 titolari di esercizi commerciali che si trovano tra i corsi Roma, Umberto, Garibaldi, piazza Matteotti, via Conserva, via Casimiro e piazza Cairoli, determinati a diventare protagonisti del Natale 2016. Nei giorni scorsi due rappresentanti del gruppo nato sotto forma di comitato, Marco Simone e Alessandro Carrassi, gli stessi che hanno proposto il black Friday, hanno scritto alla sindaca Angela Carluccio per spiegare la proposta.

“Abbiamo immaginato di rendere riconoscibile con un tratto distintivo tutti gli esercizi commerciali che operano, con grandi sacrifici e difficoltà, nell’area del centro storico”, si legge nella missiva. “Il nostro intento è vivacizzare e abbellire gli spazi con la presenza di una pianta di grande pregio”.

I commercianti hanno scelto la “eugenia myrtifolia new port”, una pianta sempreverde dal portamento piramidale e fogliame verde intenso, lucido e decisamente molto elegante, i cui germogli sono rossastri  con fiori  bianchi, simili a batuffoli che lasciano poi spazio a bacche roso-porpora a fine estate. Sarà addobbata in “modo identico da ogni commerciante con armonia di colori”, hanno tenuto a sottolineare. “Per questo, non le sfuggirà l’opera di grande valorizzazione a arredo della nostra amata città”.

“Proprio per queste ragioni, le chiediamo a nome di tutti i commercianti aderenti, di ricevere un segno tangibile di vicinanza e sostegno all’iniziativa volendo concedere l’esonero dalla tassa per l’occupazione del suolo pubblico limitatamente alle piante”. Al termine del periodo di festa, già dal 7 gennaio 2017, le piante “saranno donate al Comune di Brindisi affinché vadano ad arricchire gli spazi e le strutture pubbliche come asili, scuole, impianti sportivi”.

Da Palazzo di città hanno risposto con una delibera di Giunta, su proposta dell’ufficio di Gabinetto della sindaca: l’iniziativa piace, ma nulla di dice sull’esonero dal pagamento della Tosap.

Hanno aderito all’iniziativa i seguenti negozi: Super Outlet abbigliamento uomo-donna con Ortensia Morciano, Tabacchino di Alessandro Brigida, Portobellos di Eleonora Prudentino, Caffè Continental di Giovanni Zacheo, Endpoint di Ivan Simone, Bankali complementi d’arredo di Alessandro Carrassi, Black Sheep di Luca Patricelli, Terranova di Maria Loguercio, Caravaglio di Rita Caravaglio, Paola di Cinzia Carrozzo, Svapatore Matto di Roberto Tafuro, Project Store di Deborah Pupi, Quintessenza Bar Bistrot di Anna Padovano, Quore di Roberta Milo, Twin set fashion di Antonio Errico, Gioielleria Nuzzo di Pietro Nuzzo, Gift accessori moda di Pietro Nuzzo, Corso Roma Outlet di Walter Ciullo, Savarese Ottica di Diego Trinchera, Noha abbigliamento di Natale De Stradis, Robe di Kappa di Francesca De Palma, Trudy Giocattoli di Fabio Romano, Clan di Raffaele Perugino, Voglio Stile di Gianandrea Panico, Miss Sorriso accessori moda di Gianandrea Panico, Profumeria Morelli di Maura Morelli, Adularia abbigliamento donna di Eleonora De Pace, Max Art oggettistica e complementi d’arredo di Antonio Scarimbolo, Mary Poppins di Claudia Napoletano, Cammarota Gioielli dei fratelli Guadalupi, Floreiza abbigliamento donna dei fratelli Guadalupi, Sweet sweet way caramelle e dolciumi di Claudia Colazzo, Marino abbigliamento uomo, Spagnolo sport di Marco Spagnolo, Foot locker di Michele Perrino, Justpoint di Mimo Simeone, Adidas di Mimo Simeone, Docksteps di Marcello Madaghiele, Melachic accessori moda di Tiziana Greco, Melachic abbigliamento, Archivio storico di Alessandro Chianura, Elena Miro’ di Elvira Landi, Originals Marines di Antonio Corsa, Particolari accessori pelletteria, Luisa Spagnoli di Pia Iaccarino, Sprit di Francesca Tanzarella, Barbara accessori moda e pelletteria di Barbara Beltrami, Erboristeria l’Alveare di Annarita Maura, Stifani abbigliamento di Giorgia Stifani, Ottica In di Giuliano Agostinelli, Smartconsulting riparazioni cellulari di Franco Perrino, De Marco preziosi gioielleria di Maurizio De Marco, Epoca Gioielli di Angelo Santuccio, Chic extravagant abbigliamento di Maria Sava, Binario 23 pub di Salvatore Nobile, Novembre accessori moda e complementi d’arredo di Cristiano Novembre, Tirisi Jewels gioielleria di Riccardo Guadalupi, Manfreda, American Bar,  Casa del parmigiano, agenzia viaggi, Paola e Rosa intimo e biancheria per la casa di Rosa Mastrapasqua, Zona scarpe e accessori, Eddicott abbigliamento uomo di Luigi Gravina, Manca Corso 39 di Luigi Gravina, Days Cream di Luigi Gravina, Renros by Vito di Vito Falconieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale a Brindisi, i negozianti comprano piante che poi regaleranno al Comune

BrindisiReport è in caricamento