Cronaca

“Il portavoce pubblicizza il suo giornale sulla pagina Fb del Comune”

Antonio Elefante, Pd: "Di Napoli, che scrive le note stampa per la sindaca,ha usato Facebook dell'Amministrazione per condividere articoli di Senzacolonne, la testata on line di cui è stato direttore editoriale e responsabile, incarico che ora sarebbe ricoperto dalla moglie"

BRINDISI – La notizia di una rapina pubblicata da una testata giornalista on line e condivisa su Facebook usando la pagina ufficiale del Comune di Brindisi. Non una qualsiasi, ma Senzacolonnenews, riferibile a Gianmarco Di Napoli che altri non è se non il portavoce della sindaca Angela Carluccio.

Antonio ElefanteQuanto basta per accendere il piovoso venerdì pomeriggio negli ambienti vicini a Palazzo di città, da cui arriva la denuncia pubblica del consigliere comunale del Pd, Antonio Elefante. Lui che sui social è abituato a scrivere per comunicare notizie di politiche e storture politico-amministrative, si è accorto di un post “strano” sulla pagine Fb del Comune di Brindisi, spuntata in rete negli ultimi giorni. E non ha potuto tacere perché quella proprietà transitiva non la ritiene assolutamente tollerabile e allora chiede: “Com’è possibile quello che è successo?”

“Brindisi è la città dove tutto è possibile”, risponde in maniera sarcastica. “Peccato che non lo sia nell’accezione positiva del termine. A Brindisi accade, infatti, che il portavoce della sindaca Angela Carluccio, Gianmarco Di Napoli, usi la pagina Facebook del Comune di Brindisi per ‘sponsorizzare’ e promuovere la testata on line a lui  riconducibile  (Senzacolonne News). Il che è un fatto gravissimo, soprattutto dal punto di vista deontologico”.

“Non so se il signor Di Napoli, considerate le sue vicissitudine giudiziarie, visto che è imputato per bancarotta fraudolenta pluriaggravata a seguito del fallimento della cooperativa editrice della testata cartacea “Senzacolonne”, di cui era direttore responsabile, sia ancora o meno iscritto all’Albo dei giornalisti. Ma di certo, la testata on line è a lui riconducibile. Tanto che, prima dell’incarico di portavoce, ne era direttore editoriale”, prosegue.

“Quanto al direttore responsabile, l’incarico è stato ricoperto dalla moglie Daniela Napoletano, anche lei giornalista (pubblicista). Lo è ancora?”, chiede. E precisa di aver spulciato sul sito on line alla ricerca della gerenza, che non ha trovato.

Gianmarco Di Napoli-2“Delle due l’una: o Di Napoli (nella foto accanto) usa e sfrutta la pagina Facebook del Comune di Brindisi  ed il suo ruolo all’interno della Amministrazione per scopi ed interessi personali – e questo è già grave – oppure, nell’aggiornare Senzacolonne, ha sbagliato a schiacciare tasto e, anziché pubblicare la notizia della rapina al Dok sulla pagina facebook del suo giornale, inavvertitamente l’ha pubblicata sulla pagina istituzionale. E questo sarebbe ancor più grave, perché significherebbe che, durante l’orario di lavoro (per il quale è pagato dal Comune e quindi dai cittadini), Di Napoli lavora contestualmente anche per il suo giornale. D’altra parte, lo abbiamo visto tutti, in occasione di entrambi i Consigli comunali, scattare fotografie mai inviate poi ai suoi colleghi giornalisti”.

La conclusione di Elefante: “Come dire…al peggio non c’è mai fine”. Dal Pd, tra l’altro, ricordano che la società editrice della testata on line Senzacolonne ha avuto colme amministratore unico Francesco Pasanisi Zingarello, altro componente dello staff della sindaca Carluccio, dopo essere stato capo staff del presidente della Provincia Massimo Ferrarese. Il commercialista, allo stato, risulta titolare delle quote della srl.

Il post sulla rapina marchiato Senzacolonne sulla pagina Fb del Comune è sparito poco dopo le prime avvisaglie di tempesta legate a possibili comunicati stampa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il portavoce pubblicizza il suo giornale sulla pagina Fb del Comune”

BrindisiReport è in caricamento