Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Corso Umberto I

Le basole dei corsi si sgretolano al passaggio di un Tir

Il passaggio di un Tir, là dove il transito è strettamente vietato, sfalda come fossero sottili cracker le basole tra corso Umberto e piazza Vittoria. Tutto questo alla luce del sole, intorno alle 14.00 di martedì 16 febbraio, in pieno centro storico e con la scorta di una pattuglia della polizia municipale.

BRINDISI - Il passaggio di un Tir, là dove il transito è strettamente vietato, sfalda come fossero sottili cracker le basole tra corso Umberto e piazza Vittoria. Tutto questo alla luce del sole, intorno alle 14.00 di martedì 16 febbraio, in pieno centro storico e con la scorta di una pattuglia della polizia municipale. 

Difficile a credersi, se non fosse che il lettore di BrindisiReport.it, che ha assistito alla scena, è riuscito prontamente a documentare, con le immagini correlate nell’articolo, quanto scritto. 

Che le basole dei corsi cittadini siano alla merce di chiunque è un dato di fatto, basta fare pochi metri con lo sguardo rivolto a terra per notare crepe, macchie di olio e sporcizia varia, frutto di una destinazione d’uso errata. Posizionate per dover sostenere carichi leggeri, visto che in origine i corsi erano destinati unicamente al passaggio pedonale, le basole hanno dovuto nel tempo fare i conti con le scelte amministrative che hanno aperto corso Roma e corso Garibaldi al traffico motorizzato. Ed ecco che in poco tempo le sopracitate basole sono state “schiacciate” da auto, furgoni e, come in questo caso, tir. Autocarri che vanno dalle 2,4 tonnellate di peso nei modelli più leggeri alle 12 tonnellate in quelli più pesanti; peso per il quale le basole non sono state di certo omologate.tir basole-2

Tutto questo ha trasformato i corsi in cantieri a cielo aperto, in primis corso Garibaldi, riaperto al traffico veicolare e trasformato in “parcheggio temporaneo” da un’ordinanza dell’ex sindaco Mimmo Consales, ma anche corso Umberto, zona a traffico limitato, ma perennemente vittima del passaggio di veicoli, più o meno autorizzati. Non passa giorno, infatti, che, sui suddetti corsi, non compaiano delle transenne a delimitare buche, più o meno profonde, da riparare; naturalmente tutte queste manutenzioni hanno una ricaduta economica sulle finanze cittadine, per non parlare delle decine di cause giudiziarie mosse contro il comune da chi, a causa delle decine di crepe, è rimasto vittima di infortuni inciampandovi.

Adesso l’ennesimo caso, sicuramente non l’ultimo, almeno fino a quando non si decida di intervenire definitivamente. Fino ad allora non rimane che contare i danni e fare attenzione, molta attenzione, a dove si cammini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le basole dei corsi si sgretolano al passaggio di un Tir

BrindisiReport è in caricamento