“Sbarco massiccio di profughi”: la Prefettura cerca struttura nel Brindisino

"Avviso urgente" rivolto a tutti i sindaci della provincia: "Necessario garantire accoglienza degli stranieri che chiedono protezione internazionale". Dallo scorso maggio arrivati oltre duemila migranti

BRINDISI – “Sbarco massiccio di profughi”, dicono dalla Prefettura di  Brindisi, un arrivo continuo dallo scorso mese di maggio che mette a dura prova la capacità di accoglienza del territorio ora a rischio. Serve una struttura in grado di assicurare ospitalità agli stranieri che chiedono protezione.

L’appello per la ricerca parte dall’ufficio territoriale del Governo ed è rivolto ai sindaci di tutti i Comuni della provincia. E’ un “avviso urgente” pubblicato ieri e spedito subito dopo con richiesta di “massima diffusione”, subita raccolta dalle Amministrazioni cittadina, a partire da quella del capoluogo che con la Protezione civile e i volontari ha coordinato la gestione delle operazioni di sbarco e quelle successive di soccorso ai migranti sbarcati questa mattina dalla nave Aquarius, l’ultima ad essere arrivata nel porto di Brindisi.

“Questa Prefettura, a seguito del continuo e massiccio sbarco di profughi sulle coste italiane, ha la necessità di reperire sul territorio della provincia di Brindisi, strutture pubbliche o private, in uso a Enti gestori, idonei a garantire l’accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione”, si legge nell’avviso per la manifestazione di interesse per l’affidamento del servizio dal 22 settembre prossimo sino alla fine dell’anno.

L’avviso, pubblicato sul sito della prefettura, scade il prossimo 20 settembre. Non c’è quindi molto tempo, motivo per il quale è stato chiesto ai Comuni di “dare massima diffusione.

I dati sinora registrati dalla Prefettura raccontano di oltre duemila profughi arrivati a Brindisi dallo scorso mese di maggio: oggi sulla nave Aquarius c’erano 391 migranti,  di cui 99 donne, 292 uomini e 154 minori.  Il primo settembre

dalla nave militare inglese 'Hms Enterprise', ne sono arrivati 708.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 26 maggio, dalla nave militare tedesca Karl Shure, ne sono sbarcati oltre 300 e ancora il 12 giugno oltre 650 sono arrivati a bordo del rimorchiatore norvegese Siem Pilot, in dotazione a Frontex. Numeri dietro ai quali ci sono storie di disperazione, di uomini, donne e bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

  • Ostuni torna a popolarsi di vip, fra cantanti ed ex campioni del mondo

  • Mesagne, un tuffo nel blu: quando l’asfalto si fa tela

Torna su
BrindisiReport è in caricamento