menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Lungomare di Brindisi, bancarelle di San Teodoro sfrattate per il Beer Fest”

La rabbia degli ambulanti trasferiti in via del Mare: "Traditi dal Comune che ha scelto la Festa della birra". Evento in programma dal 31 agosto con il patrocinio del Comune di Brindisi che con il commissario aveva già deliberato 8mila euro per "Birra & sound" a fine agosto di cui si sono perse le tracce. Patrocinio anche di Confartigianato

BRINDISI – Metti il lungomare Regina Margherita di Brindisi, metti che proprio la location più suggestiva della città ospiti quest’anno il Beer Fest in coincidenza della tradizionale festa patronale. La miscela rischia di diventare pirotecnica se si considera che le bancarelle che ogni anno arrivano a San Lorenzo e a San Teodoro sono state spostate in via del Mare per l’edizione 2016. Succede così che l’ultimo scorcio d’estate a Brindisi rischia di diventare rovente con più di qualcuno tra gli ambulanti che grida al “tradimento”. Sissignore.

festa della birra-2“Il Comune di Brindisi ha preferito assegnare il lungomare che sentiamo un po’ nostro, alla festa della birra a cui ha riconosciuto anche il patrocinio”, dicono i commercianti che non si sono persi un solo anno della festa.

“Ora, premesso che qualsiasi evento che sia in grado di attirare gente e fare promozione, è bene accetto, la domanda è per quale motivo spostare proprio le bancarelle? Da sempre sono legate alla festa patronale. E il Comune cosa fa? Decide di dare a noi lo sfratto per questa festa che, per carità, sarà anche bella e capace di fare il pienone, a maggior ragione nei giorni dedicati a San Lorenzo e San Teodoro”, proseguono gli ambulanti più arrabbiati (nella foto accanto, la locandina del Beer Fest). Su 223 posti disponibili, ne sono stati prenotati solo 117, a conferma del mancato gradimento del trasloco in via del Mare.

“Tra l’altro non è neppure chiaro il motivo per il quale la Festa della birra riceve il patrocinio del Comune, mentre a noi l’Amministrazione chiede oltre alla Tosap, il pagamento di 170 euro a titolo di partecipazione alle spese di organizzazione per l’allestimento delle bancarelle che hanno deciso di chiamare mercatino di San Teodoro”, continuano.

“Per quale motivo il Comune non ha pensato di anticipare oppure posticipare la festa della birra o magari di scegliere una location diversa, lasciando alle bancarelle il lungomare?”, chiedono. Dal Palazzo la risposta è la seguente: “In via del Mare ci sono spazi adeguati e c’è contiguità con il lunapark che sarà allestito in via Spalato”. E’ scritto nella delibera della Giunta, in cui si ricorda come sua necessario “garantire un disciplinato e conveniente decoro”. Del Beer Fest, patrocinato anche da Confartigianato, non c’è traccia.

Tra gli ambulanti, c’è anche chi ricorda che un evento simile, dedicato alla birra, l’Amministrazione l’aveva inserito nella scaletta degli appuntamenti estivi l’ultima settimana di agosto.

In effetti, nell’archivio del Comune, c’è una determina che si riferisce al “Birra & sound tour” in programma in città dal 25 al 28 agosto, sul lungomare, quindi prima dell’inizio della festa patronale. Quel provvedimento risulta adottato il 21 giugno scorso, sei giorni dopo la richiesta firmata dal presidente della Pro Loco in veste di organizzatore, quindi a distanza di 48 ore dalla vittoria al ballottaggio della sindaca.

Con la determina, l’Amministrazione ha riconosciuto il contributo chiesto dalla Pro Loco a titolo di aiuto economico per la realizzazione del Birra & Sound, per ottomila euro. La domanda è stata acquisita al protocollo di Palazzo di città il 15 giugno precedente per essere poi approvata dal commissario Cesare Castelli. Tempistica notata e segnalata dalle opposizioni di centrosinistra.

Di quell’evento sembrano essersi perse le tracce, almeno sino ad oggi. Non c’è stata promozione, non ci sono locandine, eppure l’edizione del 2015 riscosse successo, stando a quanto gli organizzatori hanno evidenziato rispondendo alle polemiche del centrosinistra: “Tremila litri di birra, 10mila bicchieri distribuiti, 80mila euro di spese per la realizzazione.

Sono, invece, apparse le locandine che si riferiscono al “Beer Fest” sul Lungomare Regina Margherita con “Hispot, wi-fi e connessione gratuita”, inizio il 31 agosto alle 21 con musica italiana e animazione, poi il primo settembre spettacolo di Pizzica “Lu Tamburreddru meu” e ancora il 2 settembre. Nella locandina c’è anche la promozione della Fiera di San Teodoro il 3, 4 e 5. I giorni della festa patronale, quelli che avrebbero dovuto essere anche delle bancarelle sul lungomare.

Che fine ha fatto il Birra & Sound? Ci sono legami tra questo evento e il Beer fest? 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento