menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Brindisi in lutto per Francesco e Anna": il dolore della sindaca

Un minuto di raccoglimento all'inizio dei lavori del Consiglio comunale di domani mattina. Angela Carluccio: "Necessari dissuasori luminosi, semafori funzionati anche di notte e campagna di sensibilizzazione nelle scuole"

Queste sono ore di grande dolore per Brindisi: le morti di Francesco e Anna, dovute a due tragici incidenti stradali, hanno segnato profondamente la nostra città. Un altro incidente, avvenuto nella mattinata di domenica, solo per circostanze fortuite non ha portato altri lutti.

Il momento di angoscia e di sofferenza, oltre al cordoglio e alla vicinanza a chi vive queste ore di disperazione, ci deve spingere a cercare immediate soluzioni per tentare di limitare al massimo la possibilità che si debbano piangere ancora nostri figli, rendendo più sicure le strade di competenza comunale.

Per questo motivo riunirò subito un tavolo tecnico con l’assessore al Traffico, il comandante della polizia municipale e personale dell’Ufficio tecnico per individuare soluzioni immediate. Tra queste chiederò la verifica dell’illuminazione stradale, l’aumento di attraversamenti pedonali con segnalazione luminosa, l’installazione di nuovi dissuasori elettronici luminosi di velocità e la rimessa in funzione di quelli già esistenti.

Disporrò anche l’aumento dei controlli della polizia municipale e solleciterò la prefettura affinché le arterie principali della città siano presidiate anche nelle ore notturne, quando la polizia municipale non è più in servizio, come deterrente per la velocità. Inoltre chiederò che l’orario di funzionamento degli impianti semaforici sia prolungato alle ore notturne.

Ma qualsiasi iniziativa non può essere sufficiente a prevenire quegli incidenti (purtroppo numerosi) provocati dalla guida sconsiderata o comunque da un mancato rispetto delle norme della strada. Per questo ritengo necessario avviare una campagna di sensibilizzazione indirizzata soprattutto ai più giovani, che dovrà coinvolgere anche le scuole, perché è opportuno ricordare ai nostri ragazzi di quanto la vita sia preziosa e di come essa possa essere persa in un attimo.

Rinnovando la mia vicinanza a chi ha perso un figlio, una figlia, un fratello o una sorella, chiederò lunedì mattina al presidente del Consiglio comunale che sia osservato, all’inizio dell’assise, un minuto di raccoglimento per ricordare Francesco e Anna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento