Cronaca

“Contributi sugli affitti, il Comune non paga quelli del 2013”

La protesta degli ammessi in graduatoria: "C'è il mandato di pagamento, ma in banca dicono non ci sono soldi". Il dirigente della Ragioneria: "Problemi tecnici del tesoriere, da domani tutto regolare"

BRINDISI – “Non solo dobbiamo aspettare tre anni per i contributi sugli affitti del 2013, ma ci dobbiamo anche sentir dire che non ci sono fondi: secondo la banca nonostante il mandato del Comune per l’accredito, non è possibile procedere con il pagamento perché la disponibilità è temporaneamente sospesa”.

Nervi alle stelle questa mattina tra alcuni dei beneficiari dei contributi per il canone di locazione per l’anno 2013, costretti a tornare a casa a mani vuote dopo essere stati in banca, convinti di poter riscuotere la somma approvata dall’Amministrazione comunale di Brindisi, dopo l’istruttoria condotta dai funzionari dell’ufficio Casa.

“Ci hanno chiesto di avere pazienza, ma noi i proprietari delle abitazioni in cui viviamo dobbiamo pagarli. Cosa diciamo? Che tra Comune e banca non si mettono d’accordo?”, chiedono coloro i quali sono rimasti, al momento, a mani vuote. “Siamo andati anche al Comune a chiedere spiegazioni e ci siamo sentiti dire che sì, i mandati di pagamento c’erano, ma i fondi no perché sono stati destinati ad altre emergenze”.

Da Palazzo di città, arriva la spiegazione con invito a pazientare: “I fondi ci sono e non sono mai stati destinati ad altro, il problema attiene al tesoriere dell’Amministrazione comunale, vale a dire alla banca, ed è di natura tecnica”, spiega Mirella Destino, il dirigente responsabile del settore Ragioneria. “Per questo motivo oggi stesso ho contattato il direttore e ho avuto assicurazioni sul fatto che i pagamenti riprenderanno già nella giornata di domani”.

I fondi complessivamente disponibili sono pari a 618.004,53 euro, somma a cui il  Comune ha contribuito attingendo al proprio bilancio per 80mila euro, somma a cui, proprio in considerazione del concorso dell’Ente cittadino, la Regione ha aggiunto altri 180.923,61 euro a titolo di “premialità”.

L’ulteriore finanziamento è stato riconosciuto da Bari con delibera della Giunta di Michele Emiliano lo scorso 25 settembre e l’Ufficio Casa e Patrimonio del Comune di Brindisi ha “provveduto alla rideterminazione degli importi spettanti a ciascun richiedente che ha comportato, stante l’insufficienza dei fondi disponibili rispetto alla domanda effettiva, abbattimenti del contributo secondo un principio di gradualità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Contributi sugli affitti, il Comune non paga quelli del 2013”

BrindisiReport è in caricamento