Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Pronto soccorso al collasso tra ritardi e burocrazia: infermieri pronti allo sciopero

Il segretario territoriale del NurSind scrive al Prefetto di Brindisi": "Convocazione delle parti per esperire la procedura obbligatoria di raffreddamento conflitto e conciliazione"

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota della segreteria territoriale del NurSind Brindisi sulla situazione del servizio sanitario, a firma di Carmelo Villani

BRINDISI - Da anni, ogni anno, mettiamo in evidenza le criticità del servizio sanitario provinciale brindisino e quelle che dal nostro punto di vista potrebbero essere alcune soluzioni. Assistiamo, affrontiamo e commentiamo le solite gravi carenze. Da più parti si chiedono risposte, non ultime: dal servizio Nido di Francavilla Fontana che si è visto sottrarre 5 unità dal proprio organico in pieno periodo estivo mettendo in grave crisi le attività assistenziali, dal servizio di anestesia e del blocco operatorio dove si paventa la interscambiabilità del personale infermieristico al solo fine, dal nostro punto di vista, di aggirare la nota carenza di personale, dalle UU.OO. di Geriatria e Medicina che come ogni anno affronta le solite gravi carenze, dai pronto soccorso della provincia in particolare dal pronto soccorso del Perrino di Brindisi che come ogni anno affronta le solite note criticità e carenze. Ci saremmo aspettati risposte in tempo utile ma come al solito ritardi e burocrazia la fanno da padroni. Per questo e molte altre ragioni abbiano scritto al Prefetto di Brindisi nella speranza di addivenire alla convocazione delle parti per esperire la procedura obbligatoria di raffreddamento conflitto e conciliazione. In mancanza gli infermieri della NurSind sono pronti allo sciopero se non avranno le dovute risposte nel più breve tempo possibile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso al collasso tra ritardi e burocrazia: infermieri pronti allo sciopero

BrindisiReport è in caricamento