menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Brindisi, ritorno in Consiglio con maggioranza ridotta a 17

Impegno sociale, la lista più suffragata alle elezioni, è ormai parte dell'opposizione che da 12 sale a 15. Il cambio di rotta ingessa le commissioni: non c'è accordo sulla composizione. Intanto nuovo assetto per l'Urbanistica

BRINDISI – Ritorno in aula pomeridiano, venerdì 14 ottobre per i consiglieri comunali di Brindisi, nel nuovo assetto con maggioranza scesa da 20 a quota 17, dopo che Impegno sociale ha rotto in via definitiva con i moderati ed è passata dall’altra parte, facendo gruppo con le opposizioni.

Carmelo PalazzoLa lista più suffragata della coalizione alle elezioni di giugno, guidata da Carmelo Palazzo (foto accanto), è a tutti gli effetti minoranza che sale a 15 consiglieri. Nel sali-scendi sono rimaste impigliate le commissioni: non sono state ancora definite quanto a componenti perché non c’è accordo sul numero degli esponenti della maggioranza e quelli dell’opposizione. Il rapporto originario era di sei per la coalizione di governo e quattro per le opposizioni e da giorni se non settimane va avanti il braccio di ferro, per cui l’attività che fa capo agli organismi è bloccata.

L’opposizione potrebbe mettere in difficoltà i moderati della sindaca Angela Carluccio in Consiglio nel caso di assenze giustificate o non, in occasione della messa ai voti di delibere per le quali è richiesto il quorum qualificato di 17. Come nel caso di bilancio e variazioni.

Di manovre economico-finanziarie, i consiglieri dovranno occuparsi venerdì, quando la campanella di inizio lavoro suonerà alla 15,30, per ratificare una delle ultime variazioni deliberate dalla Giunta con autorizzazione al prelievo dal fondo di riserva. Verrà ripreso l’ordine del giorno di Brindisi Bene Comune per la chiusura al traffico di corso Garibaldi, così come quello del movimento 5 stelle su Horizon 2020, pilastro sfide delle società, con riferimento ai bandi per il 2016 e il 2017, per i tempi energia ed ambiente.

Nell’ordine del giorno è stata inserita anche la definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune in enti, società, organismi ed istituzioni, materia quanto mai scottante dopo l’inchiesta della Procura sulla Multiservizi. Anche questo argomento di prima convocazione. Mentre di seconda convocazione è l’ordine del giorno presentato da Mauro D’Attis per esprimere solidarietà ai Comuni terremotati del Centro Italia.

Gaetano Padula-2Nel frattempo a Palazzo di città, è stato definitivo il nuovo assetto organizzativo della ripartizione Urbanistica e assetto del territorio, deciso dal dirigente Gaetano Padula (foto accanto), “tenuto conto della funzionalità rispetto ai compiti e ai programmi di attività al settore, nel perseguimento degli obiettivi di efficienza, efficacia ed economicità”.

Il coordinamento del settore è stato affidato a Marcella Marangio. Per il cartografico e l’ufficio casa ci sono: Giuseppe Casuccio, Luana Cusmai e Davide D’Astore. Per l’edilizia, accertamento di conformità ed edilizia cimiteriale: Salvatore Mazzone, Antonio De Salvatore, Antonella Zullino, Simonetta Bruni, Alberto Fiani e Amerigo Vecchio.

Per il condono e l’abusivismo: Ugo Zongolo, Giovanna Flores, Stefano Protopapa, Massimo De Nigris e Maria Pia Mura. Per il paesaggio ci sono Paolo Tagliamento e Antonio Metallo. Gli aspetti amministrativi sono stati affidati a: Olga Cavaliere, Maristella Quaranta, Giuseppina Ferrarese, Emma Di Serio, Erminia Le Grottaglie e Giusy Piccinnno. Infine demanio e antenne: Giuseppe Casuccio e Gianfranco Rossetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento